Dovremo farlo anche noi?

MotoMusicisti

L'impegno del Coordinamento Motociclisti prima e del Coordinamento Italiano Motociclisti ora, sulle tematiche della tutela dei centauri è dimostrato dalle tante azioni volte a questo obiettivo. Purtroppo l'opinione pubblica italiana ha scarsa memoria e scarsa coscienza civica, in primis nei motociclisti stessi, a volte, o forse non siamo stati così incisivi come una missione simile richiederebbe.

Per ovviare a tutto ciò stiamo cercando di vedere cosa succede all'estero per ispirarci!

Ebbene in Gran Bretagna sono arrivati  i moto-musicisti!

È nata difatti la prima orchestra con una sezione dedicata agli strumenti a… motore. 

Una compagnia d’assicurazioni ha sponsorizzato il complesso musicale Rev for a reason ("fai rombare il motore per un buon motivo"), nel quale otto motociciclisti fanno ruggire le loro moto a suon di musica, accompagnati da trombe, tamburi, strumenti a percussione e un pianoforte. 

L’orchestra ha tra i suoi componenti anche James Toseland, esperto pianista e motociclista ex campione del mondo.

Ovviamente lo scopo è quello di sensibilizzare l'opinione pubblica sulla tutela dei centauri sulle strade: solo in Gran Bretagna, si registrano 600 incidenti gravi all'anno.

L'Italia è o non è la patria della lirica? Cosa aspettiamo a fare la prima opera lirica per soprano e motore?

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Coordinamento Italiano Motociclisti
Ufficio di comunicazione