Sab26112022

Aggiornamento:Mar, 23 Nov 2021 4pm

Back Sei qui: Home Notizie Notizie motociclistiche Altre notizie Sì, ma tu sotto, sotto, tu cosa ti metti?

Sì, ma tu sotto, sotto, tu cosa ti metti?

AbbIntimoMoto

E' vero, c'era chi andava a dormire solamente con cinque gocce di un noto profumo, ma è difficile andare in moto in simile condizioni, al di là della trasgressione del Codice della Strada, per cui qualche cosa va indossato in modo specifico.

In linea di massima parliamo sempre di "protezioni", "paraschiena", tessuti antiabrasione di vario tipo, ma alla fine "sulla pelle" è qualcos'altro che dobbiamo mettere.

Sì, ma cosa allora? In realtà qui si tocca un tasto dove le esigenze sono molto individuali e si può ovviamente assistere a soluzioni le più variegate.

Anche la "taglia" del motociclista fa una discreta differenza e "tutine altamente tecniche" e molto aderenti rischiano di renderci probabili candidati alla partecipazione di un noto programma di cabaret televisivo, emuli di un gruppo di comici che ne ha fatto un "must" della loro esibizione.

Sono molte le offerte del mercato in tal senso e bisogna tenere conto della stagionalità: è certamente la cosiddetta "microfibra" che ha fatto la differenza con un passato dove le fibre naturali erano lo standard.

Oltre all'introduzione della "microfibra" anche i tagli al laser dei tessuti che evitano cuciture hanno creato inimmaginabili frontiere dell'abbigliamento tecnico.

Al di là di quello specifico per i motociclisti, sovente si ricorre ai negozi di articoli sportivi per ciclisti, o per chi va in montagna per trovare valide alternative, soprattutto per quanto attinente al freddo.

Sottoguanti di seta o di tessuti specifici a volte fanno miracoli con temperature invernali anche se oggi tra manopole riscaldate (ne parleremo in specifico articolo), giubbini termici sia per il caldo che per il freddo, non è più tanto ciò che c'è "sotto" che fa la differenza.

Certo che i tempi del "giornale" sotto la giacca con cui si sciava, sono passati da un pezzo ed oggi più che motociclisti a volte sembriamo usciti da un film di fantascienza proprio per l'abbigliamento tecnico.

Molti di noi però scambierebbero volentieri l'ultima diavoleria tecnica di abbigliamento intimo, per poter risentire, invece, le mani gelide della nostra prima fidanzatina, seduta sul sellino posteriore dello scooter, che per scaldarsele applicava un noto principio della termodinamica, sul nostro petto…

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo." target="_blank">Coordinamento Italiano Motociclisti
Ufficio Comunicazione

Condividi la notizia

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Statistiche del sito

Statistiche dal 13/05/2012

 

histats