Assicurazioni moto, per l’ANCMA ancora troppo care

AssicurazMoto

Secondo l'Associazione dei costruttori di moto e cicli, le nuove tabelle standard per la determinazione degli indennizzi possono contribuire a diminuire i prezzi delle assicurazioni moto. Secondo l'Antitrust, il costo delle assicurazioni auto e moto ha raggiunto livelli record, proibitivi ai più.

Nel nostro Paese le tariffe sono, infatti, più alte rispetto al resto dell'Europa, con medie che oscillano tra il 70 e il 100% in più.

L’Autorità si dice convinta che la principale ragione di questo divario tariffario risieda nella scarsa concorrenza del mercato assicurativo italiano.

In questo scenario allarmante, le assicurazioni on line garantiscono certamente un maggior risparmio, anche se per molti non è comunque sufficiente.

Secondo l'Ancma, Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori, le polizze in Italia sono care perché, alla base, ci sono dei costi assicurativi elevati, che gravano in primis sulle stesse compagnie assicurative e che rendono sempre meno probabile un calo delle tariffe per la clientela finale.

La speranza dell’Ancma è che la revisione delle tabelle degli indennizzi (previsti in caso di sinistro) possa finalmente contribuire a ridurre i prezzi.

Il paradosso cui, infatti, stiamo assistendo è che, malgrado diminuiscano i sinistri, i costi per i risarcimenti a carico delle compagnie continuano ad essere molto elevati.

A tal proposito, l'Ancma ha affermato che: «La più forte barriera all'acquisto di un mezzo a due ruote è il costo insostenibile dell'assicurazione. Nei principali Paesi europei, a fronte di valori economici certi e risarcimenti reali più contenuti, le tariffe assicurative sono decisamente più accessibili».

I risarcimenti proposti dalle nuove tabelle prevedono l'adozione di tariffe univoche per qualsiasi tipo di incidente, evitando così che le spese eccessive per gli indennizzi decisi da alcuni Tribunali provochino aumenti generalizzati sulle polizze in tutta Italia.

Ovviamente, questo provvedimento ha già suscitato diverse polemiche tra le compagnie assicurative e i consumatori.

L'Ancma è, inoltre, concorde con l'Antitrust nel sostenere che le frodi assicurative siano fra le cause principali della costante crescita dei prezzi.

Belle parole! E allora vogliamo fare qualcosa?

Coordinamento Italiano Motociclisti
Ufficio Comunicazione