Ven19042019

Aggiornamento:Mar, 26 Feb 2019 3pm

Back Sei qui: Home Notizie Notizie motociclistiche Autostrade e pedaggi Pedaggi in Europa: a volte delle trappole!

Pedaggi in Europa: a volte delle trappole!

K osterreich

Una delle "libertà" della moto è quella della ricerca di strade che non siano soggette a pedaggi di sorta, strade a volte non sempre perfettamente "in ordine" e proprio per questo ostiche alle quattro ruote od a mezzi ingombranti : il consiglio ovviamente è quello di prediligere strade che non abbiano pedaggi, necessità di "vignette" o gabelle varie.

Non sempre questo è possibile : un lungo trasferimento con tappe veloci ci obbliga alla scelta di autostrade dove possiamo tenere medie elevate, ma è proprio su queste che l'attenzione, soprattutto attraversando differenti Nazioni, deve essere massima.

L'esempio che citiamo è stato vissuto sulla nostra pelle ed informare il più possibile è una delle "strade" migliori per evitare che altri cadono nella stessa "trappola".

Uno dei percorsi più veloci per raggiungere la Baviera dalla Lombardia (percorso utilizzato anche da chi proviene da Ovest o Sud-Ovest) è attraversare la Svizzera, percorrere un piccolo tratto delle autostrade austriache e quindi l'ultimo tratto sulle veloci autostrade tedesche ; il primo tratto richiede l'acquisto della "vignette" svizzera che ha un costo di 40 franchi (circa € 32,00), ma è nel tratto austriaco che possono sorgere delle "complicanze".

Proprio per favorire i tanti tedeschi che percorrono questo tratto di strada ed evitare l'acquisto della "vignette" austriaca che ha una durata minima di dieci giorni (per le moto costa 4,60 euro, per le auto sono 8 euro), le autorità che gestiscono l'autostrada austriaca consentono l'acquisto di una "Korridor-vignette" al costo di due euro per percorso (andata e ritorno sono quindi 4 euro).

Il "limite" di questo pedaggio particolare è che il suo utilizzo è limitato al percorso di "passaggio" (corridoio) per passare in Svizzera il primo possibile provenendo dal confine tedesco : l'acquisto della Korridor Vignette è facile provenendo dalla Germania, in quanto il chioschetto automatico dedicato è subito dopo il confine, ma non è così arrivando dalla Svizzera dove o la si reperisce nei punti "dedicati" (anche in territorio elvetico o nel Principato del Liechtenstein), o entrando in autostrada austriaca nell'UNICA entrata in cui si ritrova analogo chioschetto citato per il tratto tedesco-austriaco.

So non avete la Korridor Vignette, od in alternativa la più costosa "vignette" valevole 10 giorni (al costo di 4,60 euro), la sanzione che verrà irrogata al controllo (inevitabile) da parte dei "gestori" della ASFINAG (la società che si occupa del pedaggio autostradale) che vi fermeranno PRIMA dell'uscita dall'Austria per entrare in Germania, è (udite, udite) di 120 euro, avete capito bene, 120 euro, per non averne pagati 2, e non ci sono trattative "italiote" che funzionino, credeteci !!

Ricordate quindi che l'ingresso in autostrada austriaca proveniendo dalla Svizzera, DEVE avvenire all'Uscita 23 quella definita di Honenems e lì acquisterete la vignette "dedicata".

Per saperne di più : http://www.asfinag.at/maut/typen-und-tarife

Rimane il fatto che la tassazione (pedaggi) delle strade ed autostrade d'Europa, allo stato attuale è tutto tranne che una cosa semplice e "uniforme" in quella che dovrebbe essere una "federazione di nazioni" a riprova che le divisioni tra Paesi Europei sono tante, forse troppe, e questo presta il fianco a quanti vogliono "tassare" i vicoli dei propri cortili impunemente.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Coordinamento Italiano Motociclisti
Ufficio Stampa

Condividi la notizia

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Statistiche del sito

Statistiche dal 13/05/2012

 

histats