Esenzione bollo per moto oltre i venti anni

MotoStoricheRusse

Per l'esenzione dal bollo, il riferimento è la Legge n.342 del 2000 che all'articolo 63, comma 1, dispone: “L'esenzione dal pagamento delle tasse automobilistiche per veicoli e motoveicoli che hanno compiuto 30 anni dalla prima immatricolazione, esclusi quelli adibiti ad uso professionale. A tal fine, viene predisposto, per gli autoveicoli dall'Automobil club Storico Italiano (Asi) e per i motoveicoli anche dalla Federazione Motociclistica Italiana (Fmi), un apposito elenco indicante i periodi di produzione dei veicoli»; mentre al comma 2, estende l'esenzione anche «agli autoveicoli e motoveicoli di particolare interesse storico e collezionistico"», per i quali bastano 20 anni dall'immatricolazione.

Qualche chiarimento sulla questione però è doverosa anche perché giungono sovente sanzioni amministrative da parte di Equitalia, che vanno contestate in quanto uno dei punti è la richiesta all'iscrizione ad ASI e FMI.

In realtà non vi è alcun obbligo di iscrizione all'Asi, Automobil club storico italiano, e/o alla Federazione motociclistica italiana, per fruire dell'esenzione dal pagamento delle tasse automobilistiche. 

Con la risoluzione 112/E , (fonte Sole 24 ORE) l'agenzia delle Entrate scioglie i dubbi di un contribuente sardo sulla relazione tra l'iscrizione ai club e la possibilità di usufruire dell'esenzione per i veicoli ultraventennali di particolare interesse storico e collezionistico.

In particolare, l'Agenzia chiarisce che i veicoli che possono usufruire dell'esenzione dal pagamento delle tasse automobilistiche sono quelli specificatamente individuati dall'Asi e dalla Fmi con apposite determinazioni, ma non è richiesta l'iscrizione a questi club per poter godere delle agevolazioni. 

Se il veicolo non è ricompreso nelle apposite determinazioni stilate dall'Asi o dalla Fmi, il proprietario può documentare il "particolare interesse storico e collezionistico" con un'attestazione rilasciata dagli stessi enti.

Molte Regioni ovviamente si "dimenticano" di questa risoluzione dell'Agenzia dell'Entrate e richiedono comunque tale certificazione: in questo caso il contribuente deve essere risoluto e minacciarli di specifica denuncia, e portare la risoluzione indicata (comma 2) e pretendere che venga applicata.

Ricordiamo che per raggiungere i ventanni si parte dal primo anno di immatricolazione e questo per l'appunto da' diritto alla tassa di circolazione ridotta o all'esenzione vera e propria che ha validità annuale dal primo gennaio al 31 dicembre.

Se il veicolo non circola il bollo ridotto non è dovuto, se circola anche solo per un giorno va messa in regola: è importante accertarsi che il veicolo in oggetto sia nell'elenco di quelli di interesse storico.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo." target="_blank">Coordinamento Italiano Motociclisti
Ufficio Comunicazione