Posso circolare con la mia moto "euro 0" o "euro1"?

Euro0Euro1

Sono molte le limitazioni del traffico a mezzi definiti "inquinanti" in quanto classificati "euro 0" o "euro 1" in base alla tipologia del veicolo. Vedi specifiche sul tema nel nostro articolo in merito La situazione non sempre è omogenea sul territorio nazionale e sono molti i distinguo al punto che è meglio dare sempre un'occhiata sui siti web delle istituzioni locali per capirci di più o prendere informazioni direttamente presso le stesse.

Analizziamo alcune situazioni campione con la preghiera per chi legge di segnalarci le situazioni locali in modo da darne diffusione e fare un quadro generale.

A Torino ad esempio dal 7 gennaio 2013 sono entrate in vigore le nuove limitazioni del traffico come da ordinanza n. 6213 del 20 dicembre 2012.

Per quanto attiene ai veicoli per il trasporto persone, NON possono circolare in tutta la città i ciclomotori e motocicli con motore termico delle categorie L1 (50cc.) ed L3 (cilindrata superiore ai 50cc.) non conformi alla normativa Euro 1.

Per quanto relativo ai veicoli per il trasporto merci è vietata la circolazione dinamica dei ciclomotori e motocicli con motore termico a due tempi a tre ruote delle categorie L2 (tre ruote 50cc.), L4 (tre ruote asimmetriche superiori ai 50cc.) ed L5 (tre ruote simmetriche superiori ai 50cc.) non conformi alla normativa Euro 1, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 13 e dalle ore 14.30 alle ore 19.

Parlare di cilindrata (categoria L1, L2, etc..) e non specificare se si parla di due tempi o quattro tempi, non aiuta a fare chiarezza, in ogni caso sono esclusi addirittura gli "euro 1" da cui si "dovrebbe" desumere che gli euro 0 non vengono neppure contemplati (ma è così?), vedi limitazioni traffico Torino.

La Provincia di Milano ricorda che per motocicli e ciclomotori a due tempi Euro 0 è in vigore, già dal 15 ottobre 2011, il fermo permanente della circolazione in tutte le zone del territorio regionale da lunedì a domenica, dalle 00,00 alle 24,00 e quindi sono mezzi esclusi dalla strada, data la norma in vigore.

La Regione Lombardia ribadisce il concetto specificando tutte le zone del territorio regionale (A1, A2, B, C1 e C2); per ulteriori approfondimenti questo è il link.

In Regione Lombardia sono ESCLUSI dal fermo indicato i veicoli storici purché in possesso dell'attestato di storicità o del certificato di identità/omologazione rilasciata a seguirò di iscrizione negli appositi registri storici.

Identica esclusione dal fermo e quindi POSSIBILITA' di circolazione per i motoveicoli e ciclomotori dotati di motore a quattro tempi anche se omologati precedentemente alla direttiva n. 97/24/CEE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 giugno 1997, relativa a taluni elementi o caratteristiche dei veicoli a motore a due o tre ruote, cosiddetti euro 0 o pre-Euro 1

Se i motocicli e ciclomotori a due tempi Euro 0 non possono circolare (allegato 1 alla D.G.R 9958/09) come detto, le restanti tipologie di ciclomotori e motocicli a due tempi, invece, possono circolare.

Un altro link utile può essere questo.

In ogni caso la materia è complessa e va seguita attentamente per venire a capo del bandolo della "matassa".

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo." target="_blank">Coordinamento Italiano Motociclisti
Ufficio Comunicazione