Mer15072020

Aggiornamento:Lun, 15 Giu 2020 9pm

Back Sei qui: Home Notizie Notizie motociclistiche Cronache stradali Incidenti In moto i rischi sono uguali per tutti, con divisa o senza!

In moto i rischi sono uguali per tutti, con divisa o senza!

VigiliSpezia

Sappiamo che dobbiamo stare attenti a come andiamo in moto, ma sappiamo anche che i maggiori rischi provengono da chi di ruote ne ha più di noi: difficilmente in moto si può guidare usando un cellulare, o rifarsi il trucco (guidando) allo specchietto retrovisore. Il fatto in questione è successo a La Spezia in via Amendola alle 8.30 pochi giorni fa: una esponente del gentil sesso, mette la retromarcia ed investe due agenti della Polizia Municipale mandandoli all'Ospedale.

I due agenti della Polizia municipale in motocicletta erano impegnati in alcuni controlli su strada, nelle vicinanze della Caserma Duca degli Abruzzi. Una delle auto fermate è stata una Panda blu, condotta da una donna sulla sessantina che si è accostata e ha spento il motore. 

Mentre l'agente si è avvicinato per chiederle i documenti, lei ha inserito la retromarcia investendo in pieno gli agenti e uno scooter della Municipale che, cadendo, ha bloccato il piede di uno dei due uomini.

In pochi attimi sul posto sono intervenuti altre agenti che hanno provveduto ad arrestare la donna e a prestare le prime cure ai colleghi. Poco dopo sono iniziati gli accertamenti ed è emerso che la signora non aveva la patente perché le era stata ritirata qualche mese fa.

Gli agenti feriti, entrambi sui 35 anni, sono stati soccorsi dal 118 ed il più grave dei due ha rimediato 15 giorni di referto con una sospetta lussazione alla caviglia, il collega ha rimediato ferite guaribili in 14 giorni riportando contusioni ed ecchimosi.

In effetti all'autista era stata revocata la patente già mesi fa….

La sessantenne è stata processata per direttissima il giorno successivo e dopo la convalida dell'arresto è stato chiesto il termine a difesa, quindi il processo si terrà nei prossimi mesi. Nei suoi confronti è scattata anche una denuncia per lesioni, resistenza a pubblico ufficiale e guida senza patente.

In merito alla vicenda l'assessore alla Polizia municipale, Corrado Mori, a nome dell'amministrazione esprime solidarietà ai due agenti condannando il gesto verso gli agenti, rinnovando l’apprezzamento per il lavoro svolto quotidianamente dal Corpo di Polizia municipale. Poiché la signora, molto nervosa, e senza regolare patente e quindi recidiva ci auguriamo che la sua "patente" sia condannata all'ergastolo e la stessa non possa più condurre un'autovettura in futuro.

Non si comprende come regole chiare e semplici nel nostro Paese diano luogo ad una continua mancanza di effettività delle stesse: se la legge è tale andrebbe applicata come prevista, altrimenti siamo a Monopoli o in un video game, ma quando succedono fatti simili, spesso ci scappa il morto.

Game over.

Coordinamento Italiano Motociclisti
Ufficio Comunicazione

Condividi la notizia

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Statistiche del sito

Statistiche dal 13/05/2012

 

histats