Dom12072020

Aggiornamento:Lun, 15 Giu 2020 9pm

Back Sei qui: Home Notizie Notizie motociclistiche Dal mondo Donne in moto, il passato che ritorna?

Donne in moto, il passato che ritorna?

MotoAmazzone

Se cercate in qualche mercatino dell'antiquariato riviste motociclistiche degli anni '50, sarà facile trovare immagini di bellezze in stile pin-up rigorosamente sedute di lato sul sellino posteriore di uno scooter all'ultima moda. Oggi invece le donne, in gran parte del mondo non fanno più le "zavorrine" ma cavalcano moto sportive con grinta e notevoli capacità da far invidia a "maschietti", a volte pieni solo di boria.

In Indonesia invece la notizia è che le donne non potranno più mettersi in sella a cavalcioni, bensì sarà concessa la sola posizione definita da "amazzone". La città di Lhokseumawe, nella provincia indonesiana di Aceh (nord-ovest), ha vietato alle donne di circolare in sella a una moto a cavalcioni dietro al pilota. Lo ha annunciato l'autorità locale, conformemente ai precetti della legge islamica.

A Lhokseumawe, le donne quindi potranno essere trasportate sulle due ruote solo in posizione da "amazzone", con le gambe accavallate su un lato del veicolo, come stabilisce il codice islamico, ha spiegato Suaidi Yahya. "Salendo a cavalcioni, le donne provocherebbero il conducente. Si tratta di proteggere le donne da una situazione indecente", ha sottolineato Yahya.

Nella provincia di Aceh le donne devono indossare il velo e ampi abiti, le coppie non sposate non si possono frequentare, è vietato bere alcol e giocare d'azzardo.

L'indonesia, paese di 240 milioni di abitanti, col maggior numero di musulmani al mondo, garantisce nella sua costituzione la libertà religiosa, ma la provincia di Aceh, da quando ha ottenuto lo statuto autonomo nel 2001, impone la Sharia.

Che vi sia in generale un ritorno al passato non ci stupisce più di tanto, ma sono proprio queste posizioni antitetiche a conquiste di parità fra i sessi, difficili da portare nel mondo occidentale ed allontanano ancora di più una integrazione possibile se si applicasse il buon senso.

Attenzione quindi se dovete fare posto sul sellino posteriore ad un elemento del gentil sesso, chiedete prima la "nazionalità" !

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo." target="_blank">Coordinamento Italiano Motociclisti
Ufficio Stampa

 

Condividi la notizia

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Statistiche del sito

Statistiche dal 13/05/2012

 

histats