Incidente contro un guardrail termina con la morte motociclista

Incidente FFMC

Giovedi 14 Febbraio un altro motociclista francese è morto in un incidente letale contro una barriera convenzionale posta sul lato della strada in un tratto stradale considerato sicuro. Un triste esempio della necessità urgente di  adottare sistemi di protezione delle barriere stradali che tengano conto delle esigenze dei motociclisti.

Giovedi scorso la comunità dei motociclisti ha perso un altro suo membro nei pressi del lago di Maine, nella Francia occidentale. Il motociclista francese guidava in condizioni di traffico apparentemente normali quando lo stesso improvvisamente è rallentato a causa di un incidente avvenuto più avanti rispetto alla sua posizione. Il pilota è stato quindi costretto ad una frenata di emergenza proprio per il rallentamento del traffico e la colonna degli autoveicoli.

A causa del clima, l'asfalto era scivoloso ed il motociclista ha perso il controllo, con conseguente perdita di aderenza del mezzo che è andato a sbattere contro l'auto di fronte, di conseguenza il motociclista è stato sbalzato strisciando così contro una barriera posta sul lato della strada, con conseguenze fatali.

Per molto tempo, la FEMA e tutti i suoi membri, FFMC e Coordinamento Motociclisti compresi, hanno condotto una campagna per una maggiore sicurezza per i motociclisti. 

Uno dei pilastri di questa iniziativa europea si concentra sui sistemi di ritenuta stradale, che comprende ciò che i francesi chiamano "ghigliottina guardrail" (glissières ghigliottine). 

Nel 2012, la FEMA ha pubblicato una guida che mette in evidenza le principali raccomandazioni per la progettazione di barriere stradali più sicure (disponibili qui ). Questo approccio è naturalmente solo una parte dei problemi infrastrutturali delle strade dei nostri paesi.

Tuttavia, FEMA vorrebbe cogliere l'occasione per promuovere la sua posizione sul sito web dedicato (http://www.mc-roadsidebarriers.eu) dove vengono raccolti i dati riguardanti quei prodotti volti a tutelare i motociclisti, disponibili in Europa ed all'estero, ricordando a tutti che lo scopo di questo portale on-line è quello di fornire a  tutti i governi, alle autorità locali, ecc,  una banca dati dei sistemi di protezione rispettosi della vita dei motociclisti. 

Per visitare questo sito web od aggiungere un prodotto, si prega di seguire il collegamento.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo." target="_blank">Coordinamento Italiano Motociclisti
Ufficio Stampa