Gio30062022

Aggiornamento:Mar, 23 Nov 2021 4pm

Back Sei qui: Home Notizie Notizie motociclistiche Dal mondo Francia: autovelox mobili su auto civetta!

Francia: autovelox mobili su auto civetta!

RadarMobiliFrance

L'ente per la sicurezza stradale francese ha annunciato la volontà di adottare 26 nuovi autovelox incorporati in veicoli privi di identificazione: tale metodica sarà messa in opera prima dell'estate in Francia. Il numero di dispositivi mobili così concepiti, salirà in pratica a 40, in Francia. E questo è solo l'inizio.

L'ente per la Sicurezza Stradale ha annunciato in una dichiarazione rilasciata alla stampa il 28 maggio, il dispiegamento di 26 radar mobili aggiuntivi di nuova generazione. 

Questi dispositivi, incorporati in autovetture Renault Megane DCi prive di qualsiasi contrassegno identificativo, consentirà ai piloti che le conducono di rilevare, con un margine tecnico di circa il 10%, il limite di velocità applicata alla strada nei confronti dei mezzi che lo andranno a superare.

"Per rendere le strade più sicure durante le vacanze, la sicurezza stradale ha annunciato il dispiegamento di questi 26 nuovi radar mobili di nuova generazione", si spiega nel comunicato stampa del 28 maggio.

Dal 14 marzo 2013, sono già  presenti sulla strada 20 veicoli della polizia così dotati. 

E l'efficacia di tali sistemi sono evidenti perché da quella data sono già state 10.000 le violazioni rilevate ed accertate!

Entro l'estate  saranno  così 46 i mezzi dotati in questo modo a circolare sul territorio francese.  

Tale soluzione è stata adottata per la sicurezza stradale, e non vi è intenzione di tornare indietro sulla decisione: "Entro il 2016, attuali 300 postazioni radar esistenti saranno sostituite con le nuove apparecchiature, ad una velocità di circa 100 pezzi all'anno".

Le nuova apparecchiature saranno commissionate nei seguenti dipartimenti:

  • Aisne (02)
  • Aube (10)
  • Cantal (15)
  • Charente-Maritime (17)
  • Corsica del Sud (2A)
  • Doubs (25)
  • Eure (27)
  • Haute-Garonne (31)
  • Gironde (33)
  • Hérault (34)
  • Isère (38)
  • Morbihan (56)
  • Moselle (57) (due dispositivi in servizio)
  • Nord (59)
  • Pas-de-Calais (62) (due dispositivi in servizio)
  • Bas-Rhin (67) (due dispositivi in servizio)
  • Haut-Rhin (68)
  • Saône-et-Loire (71)
  • Haute-Savoie (74)
  • Paris (75) (due dispositivi in servizio)
  • Seine-et-Marne (77)
  • Haute-Vienne (87)
  • Vosges (88)

Top 20 cellulari radar mobili presenti nei seguenti dipartimenti:

  • Alpes-Maritimes (06)
  • Bouches-du-Rhône (13) (due dispositivi in servizio)
  • Calvados (14)
  • Haute-Garonne (31)
  • Gironde (33)
  • Ille-et-Vilaine (35) (due dispositivi in servizio)
  • Loir-et-Cher (41)
  • Loire-Atlantique (44)
  • Loiret (45)
  • Moselle (57)
  • Nord (59)
  • Oise (60)
  • Pyrénées-Orientales (66)
  • Rhône (69)
  • Paris (75) (due dispositivi in servizio)
  • Somma (80)
  • Vaucluse (84)
  • Essonne (91)

"Al momento della consultazione avviata dalla NCRP (National Road Safety Council), che parla di formare, educare, informare, piuttosto che reprimere, si è ancora una volta inviato il messaggio sbagliato agli utenti della strada", ha dichiarato il sig. Wolf, membro dell'ufficio nazionale del FFMC (Federazione Francese dei Motociclisti in Collera).

Questi radar forniscono l'immagine di una sicurezza di rendita e di difficile interpretazione. La loro invisibilità e la loro mobilità, rafforzata dal principio di automazione porteranno a ingiustizie e contenzioso".

Da MotoMag a cura di Nicolas Grumel - 28/05/2013

Traduzione ed adattamento a cura dell'Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Condividi la notizia

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Statistiche del sito

Statistiche dal 13/05/2012

 

histats