Mar07042020

Aggiornamento:Gio, 13 Feb 2020 9am

Back Sei qui: Home Blog Diversi modi di dare le multe

Diversi modi di dare le multe

autovelox

Girando per Internet capita di trovare dei blog interessanti anche se non sono direttamente correlati alle motociclette, come quello che c'è su Quattroruote, "Autodifesa", a cura di Mario Rossi. In questo blog si trova un articolo che racconta della differenza che c'è nella notifica d i una contravvenzione in Svizzera rispetto a quella che viene fatta in Italia. Questo l'articolo, del 20 Ottobre 2011.

Qualche giorno fa mi è capitato tra le mani un verbale di violazione dei limiti di velocità svizzero. Al di là delle diverse “tecniche” di accertamento, non si può non restare colpiti dalla semplicità e dalla chiarezza della polizia cantonale di Nidwalden rispetto alla fumosità e ai bizantinismi di una polizia municipale italiana, per esempio quella di Borgetto, in provincia di Palermo (ma è così ovunque in Italia, lo cito solo perché, casualmente, ce l’ho sotto mano).

Mi limito a confrontare solo un passaggio, la descrizione della violazione. Ve la riporto pari pari, tra virgolette, così come è riportata sui due verbali, entrambi notificati successivamente, e recentemente, a due lettori:

POLIZIA CANTONALE DI NIDWALDEN
“La nostra apparecchiatura per la registrazione della velocità ha registrato venerdì 22 …., ore…. la seguente infrazione del limite di velocità:
- velocità misurata: 106 km/h
- velocità consentita: 80 km/h
- margine di sicurezza: 6 km/h
- velocità punibile: 20 km/h
- luogo…
- veicolo…
In conformità con l’ordinanza del Dipartimento federale di giustizia e polizia del 10 agosto 1998, la polizia è autorizzata a effettuare controlli della velocità tramite radar senza obbligo di notificare l’infrazione al conducente sul posto”.

POLIZIA MUNICIPALE DI BORGETTO
“Il giorno … alle ore … in S.S. … altezza … km … direz. … il conducente del veicolo autovettura …. targa …. ha violato l’articolo 142/2-7 del C.d.s. poiché:
circolava alla velocità di km/h 57, come indicata sulla risultanza fotografica, superando di km/h 2,00 la velocità massima consentita nel tratto di strada percorso determinata con ordinanze dell’ente proprietario n. 5/78 e 43/01 (limite di velocità km/h 50). La velocità effettiva (km/h 52,00) è stata determinata, ai sensi dell’art. 345/2c. D.P.R. 16/12/92 N. 495, così come modificato dall’art. 197 D.P.R. 16/9/96 N. 610, tenuto conto della riduzione pari al 5% della velocità con minimo di 5 km/h, comprensiva anche della tolleranza strumentale stabilita in sede di approvazione dell’apparecchiatura, di proprietà degli organi accertatori, Eltraff srl mod. Velomatic 512 matr. … Omol.Decr. LL.PP. n. 20923 del 02/03/2007 e successive modifiche e integrazioni (sottoposto a taratura presso il centro SIT in data … certificato n. …) utilizzato per la rilevazione, la cui installazione è avvenuta secondo le indicazioni fornite dal costruttore (art. 4. D.M. del 29/10/1997). Si attesta che l’utilizzo è indicato da appositi segnali stradali di indicazione permanenti, previsti dall’art. 1/A del D.M. Trasp. del 15/08/2007 in attuazione dell’art. 3/1 lett. b) D.L. 03/08/2007 n. 117 e secondo le previsioni dell’art. 142 c.6/bis del C.d.s. e dell’art. 79 del Reg. di esecuzione del C.d.s.
La violazione non è stata immediatamente contestata causa: accertamento della violazione per mezzo di strumento che determina l’illecito dopo che il veicolo è già distante dal posto di accertamento (art. 384/e Reg. Es. Cds). Strada individuata con Decr. Pref. n. … del … ai sensi art. 4/2 L. 168/02″

Lascio a voi ogni commento…

Condividi la notizia

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Statistiche del sito

Statistiche dal 13/05/2012

 

histats