Ven20102017

Aggiornamento:Sab, 29 Lug 2017 7pm

Back Sei qui: Home Il CIM

Dettagli sul CIM

La storia

Nel 1991 a Roma viene fondato il CM - Coordinamento Motociclisti, una associazione per la tutela dei diritti dei motociclisti. Dal 1991 sono state affrontate molte battaglie, e ci sono state molte vittorie.

Alcune delle battaglie :

1991 Il governo, che progettava l'istituzione di, una super tassa di un milione di lire all'anno sulle moto di oltre 500 cc, ritira il progetto e si accontenta di aumentare il bollo.

1993 A Roma viene abolito il divieto di circolazione per le moto sopra i 125 cc nel Centro Storico.

1998 Il Governo abolisce le imposte sui passaggi di proprietà per le moto e riduce il costo della tassa di possesso

2002 A seguito all’intervento del Coordinamento Motociclisti, l’ANAS ha provveduto ad abolire il divieto di transito alle moto (in vigore dal 1978) sull'Autostrada Torino-Caselle.

2003 Nella riforma del Codice della Strada, accogliendo richiesta del CM, viene abolita la norma che vieta il rilascio della patente A ai minorati agli arti.

2008 Grazie alla FEMA, rappresentata in Italia dal CM, abbiamo ottenuto che si parlasse dell'adeguamento della normativa sui guardrail. Il CM ha realizzato e portato la FotoPetizione "NON voglio Morire" al Parlamento Europeo.

Il CM è stata la prima associazione nata per difendere i diritti dei motociclisti, ed è stata la prima a creare le battaglie che poi sono state raccolte e proseguite da molte altre associazioni, come quella sull'adeguamento dei guardarail.

Dopo oltre venti anni di attività si è però giunti ad un momento in cui è stato necessario decidere di cambiare, per evolversi.

Sottocategorie

Statistiche del sito

Statistiche dal 13/05/2012

 

histats