Gio27042017

Aggiornamento:Ven, 27 Gen 2017 1pm

Back Sei qui: Home Blog

Motociclisti meteropatici?

Previsioni 20-04Le condizioni climatiche hanno sempre influenzato le decisioni dei motociclisti quando si trattava di mettersi in viaggio per fare un giro in moto. Viaggiare in moto con il maltempo non piace a nessuno. Però in questi anni il modo con cui vengono valutate le condizioni metereologiche è notevolmente cambiato.

Fino a qualche anno fa quando si voleva fare un giro in moto si apriva la finestra e si valutava la situazione. Se pioveva a dirotto era molto provabile che si rinunciasse. Spesso per partire non era indispensabile il bel tempo: bastava l'assenza di precipitazioni, e se nella direzione in cui si voleva andare non c'erano nuvoloni neri, si partiva.

Leggi tutto...

Chiusura della campagna iscrizioni

keep calm and mo so cazzi vostri 1Il 5 Febbraio 2014 si è conclusa la campagna di tesseramento per il 2015 del Coordinamento Italiano Motociclisti, con un risultato a dire poco deludente.

Abbiamo chiesto ai motociclisti italiani di supportare l'unica associazione che cerca, da oltre ventitre anni, di tutelare i loro diritti a 360 gradi, con l'obiettivo di avere almeno 1.000 iscritti per permetterci di proseguire in modo concreto.

Hanno risposto in 97. Credo che la cosa si commenti da sola.

Leggi tutto...

I motociclisti italiani: una categoria indifendibile.

idiotiQualche giorno fa abbiamo pubblicato un articolo su un motociclista che andava a 100 all'ora in Svizzera, ma il limite era di 50. Risultato: multa e ritiro patente. In seguito al ritiro della patente, ha perso il lavoro, dato che per lavoro doveva usare l'auto.

I commenti che ho letto, soprattutto sul nostro profilo di Facebook, mi fa capire che tutelare i diritti dei motociclisti italiani è impossibile.

Leggi tutto...

Lampeggi "editoriali"....ovvero, sfruttando il "blog"...

VerdoneMancano pochi giorni al termine per aderire alla nostra iniziativa, al nostro progetto di difesa della categoria motociclistica nazionale, o forse quando leggerete queste righe sarà già scaduta, e questa che segue è una mia riflessione totalmente personale fatta alla luce dei dati riassuntivi dell'iniziativa, sia chiaro.

Poco importano comunque i termini temporali, quello che contano sono i fatti, e questi indicano che l’intenzione del CM prima e del CIM dopo, si è scontrata con la poca sensibilità di chi in Italia va in moto o in qualche modo si ritiene motociclista.

 

Leggi tutto...

Possiamo essere la punta dell'iceberg

icebergI volontari del Coordinamento Italiano Motociclisti perseguono l'obiettivo di tutelare i diritti dei motociclisti da oltre ventitre anni (iniziammo nel 1991 nel CM)

Per carità, non stiamo cercando di affrontare la fame nel mondo o l'inquinamento globale, i nostri obiettivi sono molto... terra terra. Anzi, molti sono proprio a livello stradale. :-)

Leggi tutto...

Condividi la notizia

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Statistiche del sito

Statistiche dal 13/05/2012

 

histats