Dom25062017

Aggiornamento:Lun, 05 Giu 2017 11am

Strade colabrodo, impietoso il confronto Italia-Svizzera e Chiavenna lo testimonia

SS 36Le buche sulla Statale 36 sono un chiaro pericolo per auto, moto e pedoni, ma l’aggravante nei climi nordici è data da gelo e pioggia al punto che strade in queste condizioni non sono percorribili, oramai!

Chi guida sa bene che anche buche e avvallamenti sono situazioni da non sottovalutare, una sede stradale profondamente danneggiata è estremamente rischiosa. 

Leggi tutto...

Finite le targhe? E dopo?

Auto TargheIl Poligrafico dello Stato ha bloccato la produzione di nuove targhe per auto e moto. Questo crea una vera e propria emergenza targhe, con rischio effettivo per le immatricolazioni di mezzi nuovi.

E’ difatti scattato un nuovo allarme per le vendite di auto e moto nuove: continua l’emergenza targhe.

Leggi tutto...

Per evitare le multe…..

Avvisi TT….basterebbe rispettare i limiti di velocità e la segnaletica! L’uovo di Colombo? In realtà in Nazioni dove i limiti di velocità sono “logici” la cosa in effetti è facile e ciò significa sicurezza per tutti, in Italia invece…

Interessante poi scoprire il “costante” stupore dell’italiano che ogni qual volta va all’estero in Paesi dove 110 km/h significa proprio quella cifra e se la superi di 2 km/h ti fermano e ti multano, e se protesti ti mettono pure in galera, comprende che i limiti di velocità dovrebbero essere una cosa seria!

Leggi tutto...

Un esempio da copiare il più possibile: vigili in borghese contro chi telefona alla guida!

ScooterTelefonoChi cinguetta, chi posta immagini su facebook, chi manda SMS, chi semplicemente ha una mano sempre impegnata con il telefono: le cattive abitudini al volante hanno convinto Palazzo Vecchio a Firenze a correre ai ripari! Finalmente! Sarebbe ora che TUTTI i Sindaci d’Italia agissero in modo analogo!

Non guidano, chattano. Non parlano solo col cellulare infilato sotto il casco, ormai con una mano reggono il manubrio dello scooter e con l’altra scorrono Facebook, confabulano su Whatsapp, addirittura aprono portali internet e consultano articoli, video, foto. 

Leggi tutto...

Prosegue gagliardo il C.I.M.P. sulle strade d'Italia!

PirlaGiovaneMentre F.M.I. è sempre attiva per il suo noto C.I.V. (Campionato Italiano Velocità), noi proseguiamo nel seguire le prove su strada (rete nazionale) del C.I.M.P. (Campionato Italiano Moto Pirla).

La prova che abbiamo seguito recentemente si è svolta a Cesarea Terme in provincia di Lecce, evidentemente selezione valida per il sud Italia, ma i partecipanti sono dislocati in ogni regione, come attestano i nostri report!

Leggi tutto...

2014: odissea nella capitale, ovvero non è facile vivere il traffico di Roma.

MonsieurHulotPer chi vive a Roma la circolazione urbana è un vero incubo: tutti i giorni si deve combattere con l'inciviltà e la maleducazione dei vari utenti della strada (pedoni e ciclisti compresi), le condizioni delle varie pavimentazioni stradali sono in condizioni disastrose, la segnaletica orizzontale - in caso di pioggia - fa sembrare la strada una pista di ghiaccio insaponata, la quasi totale assenza di posti moto (spesso abusivamente occupati da auto e microcar), crea percorsi e soluzioni molto alternative ed improvvisate.

Leggi tutto...

Dopo Uber, anche Scoober? E poi?

ScooberNon si sono ancor a placate in Europa le polemica per ild servizio alternativo di taxi legato all'applicazione per smartphone Uber, che già all'orizzonte si profila un nuovo servizio si trasporto urbano pubblico.

Yamaha ha inaugura alla Milano Fashion Week, "Scoober" il primo servizio di taxi a 3 ruote, chiamato per l'appunto così unendo Uber con Scooter..... mah...

Leggi tutto...

A Milano arriva anche lo scooter sharing

ScooterSharAlle parole in lingua inglese ci stiamo abituando ed in particolare a quelle relative al concetto di “condividere” mezzi di trasporto per supplire a carenze organiche di mezzi pubblici di maggiore ingombro: dopo le bici e le auto a noleggio, a Milano, ora toccherà alle moto, in realtà agli sccoter.

Non è una novità in Europa in quanto capitali come Barcellona e Parigi lo hanno già fatto da tempo ed ora Milano, per l’appuntamento del 2015 non vuole essere da meno di catalani e francesi.

Saranno quindi in affitto i mezzi su due ruote: per lo scooter sharing basterà una card elettronica.

Leggi tutto...

Portare i bambini in moto

BimbiInMotoL’argomento interesserà sicuramente chi ha figli ed intende trasportarli regolarmente in moto: purtroppo in Italia la normativa è particolarmente lacunosa per non dire inesistente, e si limita ad un articolo del Codice della Strada che vale per "tutto" quanto si trasporti in moto, dalla sporta con il pane, al vostro amico peloso fido, nonché, i bambini per l'appunto.

Ci riferiamo all'articolo 170 del Codice della Strada che ritroviamo al Titolo V° dello stesso dove l'argomento va sotto la dizione di "norme di comportamento".

Leggi tutto...

Cercate la vostra moto che vi è stata rubata? Provate sul web!

FurtiMotoEcco, magari la potreste proprio ritrovare in rete, sul web, come nuova, oddio un po' usata…ecco sì, usata…proprio da voi!

Ci segnalano l'esistenza di un sito con dominio ucraino dove alcuni utenti di motoveicoli italiani che sono stati loro rubati, hanno riconosciuto lì il proprio mezzo.

Leggi tutto...

Cose da pazzi sulle strade!

MotoCaneQuesto è uno dei periodi più scellerati sotto il profilo del traffico su strada, e lo dimostrano i dati statistici che indicano come i Pronti Soccorso degli Ospedali siano sovente oberati di urgenze!

Ovviamente questo è anche il periodo in cui molti sanitari hanno calendarizzato le proprie ferie, quindi se si fa due più due, il risultato fatto di lunghe attese e risultati impredicibili, è fisiologico.

Leggi tutto...

Limiti di velocità sui passi trentini

60orariIl Consiglio provinciale di Trento ha approvato il nuovo limite di 60 km/h sui propri passi dolomitici per motivi di sicurezza ed ambientali: tale soluzione sarà adottata sulle strade dei Passi alpini di propria competenza.

In realtà tale situazione non è dissimile a quella che si può constatare su molte strade italiane da Nord a Sud, ovvero l’adozione da parte di amministrazioni locali o regionali di limiti di velocità incompatibili con la realtà delle condizioni di marcia, a volte proprio in contrasto con la sicurezza in quanto con due ruote ed un motore, con abbigliamento pesante  del pilota (protezioni), sotto il solleone, a quelle velocità, ci si si addormenta e si casca!

Leggi tutto...

Mobilità urbana a rischio a Milano!

BucheBInari MII rischi per chi usa moto o scooter o bicicletta nei percorsi urbano sono notevoli e molti incidenti avvengono per assenza ormai cronica della manutenzione.

Un contributo a tale situazione può avvenire se con senso civico monitorassimo meglio tale situazione, ovvero ci facessimo diligenti nel valutare i rischi per attivare una vera prevenzione.

Leggi tutto...

Condividi la notizia

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Statistiche del sito

Statistiche dal 13/05/2012

 

histats