Dom12072020

Aggiornamento:Lun, 15 Giu 2020 9pm

Back Sei qui: Home Blog Make the difference

Make the difference

MakeDifference

Ovvero "fai la differenza": è questo ciò che mi passava nella mente quando con Marco e Matteo abbiamo attraversato la Valle d'Aosta per contattare negozi di moto ed accessori per le stesse, alberghi e ristoranti, negozi di prodotti tipici, ecc. per offrire ai motociclisti che verranno uno "Spadino 2013" memorabile.

Perché i Motociclisti possono fare la differenza, se solo volessero!

In momenti come questi di forte crisi economica vengono fuori le cose migliori, quasi a rispondere ad una volontà di dimostrare che si può, si deve fare la differenza tra un declino che non vogliamo ed un risorgere possibile che sentiamo dentro di noi, una volontà di non arrendersi, mai!

I Motociclisti fanno parte di una economia che conta e molto: il crollo delle vendite dimostra in moneta contante quanto valga il mondo che fa girare chi va in moto o in scooter, quante sono le attività economiche che sono sostenute dalle due ruote ed un motore, dai distributori di benzina che riempiono i nostri serbatoi alle tante tavole di bar e ristoranti dove i Motociclisti si fermano nel loro peregrinare, ai luoghi dove pernottiamo, ai negozi di accessoristica, di abbigliamento, ecc..

Tutto questo mondo si muove silenzioso, senza che ce ne rendiamo conto, ma quello che per noi è tempo libero, passione, gioco per bambini grandi, per altri è riempire la pancia è "fare il fatturato", è lavoro!

Allora, se ci mettiamo d'impegno e ci COORDINIAMO, i Motociclisti FARANNO la differenza!

Anche la protesta contro la REER sta vedendo al nostro fianco quei tanti gestori di negozietti, bar, ristoranti, agriturismi, nonché venditori di moto da enduro e trial che hanno ben compreso come una ottusa decisione di chi invece di "governare" gli eventi preferisce mettere la testa sotto la sabbia e saper solo vedere interessi di parte, deprimendo così un mondo che fa crescere i numeri di questa economia.

E cosa non dire degli albergatori del versante lombardo dello Stelvio che hanno ben compreso come un pedaggio scellerato cambierebbe i flussi dei Motociclisti che opterebbero per altre strade e non imboccherebbe più quelle che portano ai loro esercizi!

Il Memorial Spadino è un evento dei Motociclisti per un Motociclista che con il suo gesto ci ha dato un grande esempio di responsabilità, ma è anche un evento che quella Valle in cui Pierlucio Tinazzi ha vissuto e lavorato, sente come suo, in cui una intera Regione VUOLE accogliere i tanti Motociclisti che verranno ad onorare quel gesto!

E noi, Motociclisti, VOGLIAMO fare la differenza, VOGLIAMO che la nostra presenza sia un valore aggiunto per quella gente: ed allora SOSTENIAMO la NOSTRA economia, facciamo sì che si creino le sinergie giuste per le quali noi che amiamo la moto la si faccia amare ANCHE a chi non ci va!

Il Coordinamento ha come obiettivo quello di creare tutte quelle collaborazioni, quegli accordi per rendere sempre POSITIVA la presenza dei Motociclisti, anche facendo comprendere agli stessi quanto questo NON sia solo un gioco per bambini adulti, ma sia un qualcosa che se ben compreso può essere un "volano" per tutti coloro che vi partecipano.

Lo hanno ben dimostrato i nostri colleghi transalpini che quando si muovono "ben coordinati e numerosi" sanno fare la differenza al punto di riuscire a farsi da soli la migliore polizza di assicurazione possibile!

Perché sentire quindi questa responsabilità ed impegnarsi in questa azione di sostegno, di presenza in quella come in altre regioni dove VOGLIAMO fare la differenza? Semplicissimo: noi vogliamo che ANCHE chi non va in moto ci apprezzi per i nostri aspetti positivi che sono tanti, ma sovente non lo facciamo percepire, che ci appoggino nelle nostre azioni per tutelare la categoria.

Vogliamo che quelle poche pecore nere che gettano fango sulla nostra categoria siano sempre meno e sempre più isolate proprio attraverso una reciproca azione di conoscenza tra chi è Motociclista, e chi non lo è…

Insomma, noi VOGLIAMO fare la DIFFERENZA! E tu?

Aggiungi commento

Per inserire un commento devi immettere nome ed e-mail (che non verrà pubblicata).
Il messaggio dovrà poi essere approvato.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Condividi la notizia

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Statistiche del sito

Statistiche dal 13/05/2012

 

histats