Mer05102022

Aggiornamento:Mar, 23 Nov 2021 4pm

Back Sei qui: Home Notizie Notizie motociclistiche Dal mondo Barcellona: Se lasci la moto, ottieni un abbonamento per l'autobus.

Barcellona: Se lasci la moto, ottieni un abbonamento per l'autobus.

header barcelona 021121 1132x509

L'organizzazione spagnola dei motociclisti ANM non sostiene la proposta di rottamare le motociclette: 'Le moto non sono il problema, sono parte della soluzione ai problemi di mobilità urbana'.

Se vivi a Barcellona e hai una vecchia auto o moto e la rottami, puoi ottenere tre anni di viaggio gratuito con i mezzi pubblici. Questo fa parte della controversa campagna di Barcellona per sbarazzarsi dei vecchi veicoli dannosi per l'ambiente.

I veicoli che possono richiedere la carta in caso di rottamazione sono auto diesel fino a Euro III immatricolate prima del 2006, auto a benzina o diesel fino a Euro II immatricolate prima del 2000. Moto Euro 0 o Euro 1, scooter immatricolati prima del 17 giugno 2002. Sono ammessi anche i motocicli immatricolati prima del 1 luglio 2004.

Abbiamo parlato con Fermín Hernández Martínez dell'organizzazione dei motociclisti spagnoli – e membro della FEMA – Asociación Nacional de Motoristas (ANM) . Non è un sostenitore della proposta di rottamare le bici, per non dire altro.

“L'attuale campagna di Barcellona suona più come una preoccupazione propagandistica che come una vera soluzione per i suoi cittadini e la mobilità. Si potrebbe pensare che questa campagna sia una misura contro la mobilità privata come moto e auto. La libertà di scegliere il modo più appropriato di viaggiare è negata dalla campagna di Barcellona. I cittadini sono spinti a sbarazzarsi dei loro vecchi veicoli senza altra opzione che i mezzi pubblici che in molti casi non possono raggiungere tutti i luoghi e non possono garantire che tu arrivi al tuo posto di lavoro in tempo. Il trasporto pubblico non è la cura miracolosa della mobilità; per ANM ha più senso la libertà di scegliere tra la metropolitana, l'autobus, la bicicletta, la moto o l'auto”.

"Il consiglio comunale di Barcellona dovrebbe pensare a campagne che promuovano l'uso di due ruote a motore dentro e intorno alla città".

“A causa della crisi economica molte persone non hanno soldi per un nuovo veicolo, quindi quando il municipio di Barcellona incoraggia un cambiamento nella mobilità, i cittadini chiedono più di una sola alternativa. Se i cittadini devono sbarazzarsi dei loro vecchi veicoli e non hanno altra scelta che il trasporto pubblico, le persone rischiano di perdere il lavoro; le persone che non hanno soldi per un nuovo veicolo di solito non hanno nemmeno i soldi per avvicinarsi all'area metropolitana più costosa”.

“Barcellona è una città con più motociclette rispetto a molte altre città, principalmente per la sua configurazione urbana, il clima stabile e la cultura cosmopolita. Il costo relativamente basso sia di acquisto che di manutenzione di una moto è forse il fattore più importante da menzionare, aumentando la sua popolarità tra gli utenti. Prima di avviare campagne come questa, il consiglio comunale di Barcellona dovrebbe includere le opinioni dei cittadini e di organizzazioni come ANM e magari pensare a campagne che promuovono l'uso delle due ruote a motore dentro e fuori la città. Le moto non sono il problema, sono parte della soluzione ai problemi di mobilità urbana”.

Scritto da Wim Taal

Fotografia in alto per gentile concessione di busphoto.eu

Questo articolo è soggetto al copyright di FEMA

Tradotto dall'articolo originale sul sito FEMA

Coordinamento Italiano Motociclisti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

© Riproduzione concessa citando la fonte e il link all'articolo.

 

 

Condividi la notizia

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Statistiche del sito

Statistiche dal 13/05/2012

 

histats