Sab20102018

Aggiornamento:Mar, 03 Apr 2018 1pm

Back Sei qui: Home Notizie Notizie motociclistiche Autostrade e pedaggi Aumento dei pedaggi autostradali per le sole moto?!

Aumento dei pedaggi autostradali per le sole moto?!

Elemosina

In considerazione del fatto ormai manifesto che i motociclisti non fanno l'autostrada, è probabile che in tempi brevi verranno adottate strategie per scoraggiare quei pochi, pochissimi che continuano ostinatamente ad entrare in caselli non adeguati a questa tipologia di utenza.

E' probabilmente così che verranno rimpinguati i già magri introiti dei vari gestori dei tratti autostradali, costretti a costanti aumenti da infiniti anni ormai.

Alcune iniziative potrebbero portare ad una "colletta" tra motociclisti più sensibili, che possa aiutare i poveri gestori ed i tantissimi consigli d'amministrazione degli stessi che, altrimenti, saranno forse costretti a rivedere al ribasso i gettoni di presenza e le liquidazioni dei manager che stanno soffrendo la crisi vedendo, ahimè, diminuire il numero di miliardi di euro per le stesse, poveretti!

Insomma un tipico gesto di solidarietà dei motociclisti verso una categoria "affamata" da una scelta insensata di una parte della categoria così egoista al punto di rifiutarsi di percorrere le bellssime autostrade italiane dotate di ogni comfort per i motociclisti (parcheggi con tettoie dedicate, abbeveratoi per i destrieri meccanici, macchine lucidatrici per stivali, etc...)!

D'altra parte che ai motociclisti italiani delle autostrade, dei loro pedaggi e di quanto concerne i tantissimi gestori, non freghi nulla è dimostrato dallo scarso numero raggiunto con le firme della petizione avviata dal CIM per chiedere la riduzione del 50% del costo dei pedaggi stessi

vedi petizione riduzione pedaggi

Gran parte delle risposte pervenute, difatti, giustificavano la mancanza del contributo della firma con queste motivazioni, ovvero "tanto io non la faccio mai…."  opoure"...tanto io ciò lo scuter!"

In effetti all'ennesimo aumento della benzina il nostro "IM" risponde "…macchemmefregaammè, tanto ciò il disel!!"  vedi  (N.d.A.: "ciò" è voluto ovviamente...ma anche "scUter"..)

Nell'attesa di vedere partorito dopo questi lunghi mesi di gestazione il Nuovo Codice della Strada (di cui temiamo l'aborto di decreti attuativi mai nati, come per altre magnifiche e luminose riforme mai venute alla luce), siamo certi che la spinta per una "lunga vita" allo scooter ed una prematura dipartita delle motociclette (visti che i motociclisti sono già zombi sulla sella), sia già stata programmata nelle stanze dei bottoni..

Il re è morto, viva il re!

Coordinamento Italiano Motociclisti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

© Riproduzione concessa citando la fonte e il link all'articolo. 

Aggiungi commento

Per inserire un commento devi immettere nome ed e-mail (che non verrà pubblicata).
Il messaggio dovrà poi essere approvato.
Se ti registri al sito non sarà più necessaria l'approvazione.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Commenti   

0 #4 max pantera 2014-10-24 12:37
io la petizione l ho firmata eccome, e l'autostrada la faccio perché nn puoi sempre evitarla purtroppo , e la boicotto per i lunghi tratti xche' nn puoi pagare piu' di autoastrada che di benzina una cosa assurda, pero' in questo paese di [beeeeep] non frega nulla a nessuno , tutti pensano agli affari propri e tutto questo ci fa capire il xche' lìitalia sia diventato un paese di buffoni. io nel mio piccolo consigli a tutti le vs lotte , ma all'80% delle persone non frega nulla forse xche' gli sta bene cosi'..il problema ee che poi li senti lamentarsi....ecco questo mi fa imbestialire...un saluto da un vs sostenitore .e a morte l'fmi.
Citazione | Segnala all'amministratore
0 #3 Marco Polli 2014-10-24 11:08
Ai motociclisti le autostrade piacciono poco, ma se si vuole girare su strade che non siano le solite attorno a casa, e il tempo che si ha a disposizione è poco (giro del weekend, o di un giorno solo) sono l'unica soluzione che ci permette di spostarsi velocemente lungo l'Italia.

Questo fa si che nei weekend di sole le aree di servizio siano piene di motociclisti, peccato che appena usciti "rimuovano" questa esperienza, arrivando a negare di esserci mai entrati non appena usciti dal casello. :-)

Quello che contestiamo alle concessionarie è che prima ci dicono che ci fanno pagare il servizio, quindi dobbiamo pagare come le auto... ma non abbiamo gli stessi servizi delle auto. Le autostrade non sono a dimensione di motociclista, nemmeno gli autogrill. Chiedere servizi apposta per i motociclisti è (a parere mio) chiedere molto, quindi credo che un giusto compenso sia fare pagare meno le moto rispetto le auto.

Come avviene IN TUTTA EUROPA.
Citazione | Segnala all'amministratore
0 #2 tasmania1 2014-10-24 10:59
Io in autostrada ci entro, raramente, ma ci entro, ho preso il telepass quando ho comprato la moto. Io non so cosa fanno gli altri motociclisti, ma se devo fare 1.000 km in un w.e. un pezzo di autostrada mi fa comodo. Quello che le autostrade non danno servizi ai motociclisti è vero, ma all'estero non mi sembra diverso, ma le tariffe non sono così care. L'unico posto dove ho visto che amano le due ruote è l'Austria, su certi passi (a pagamento) trovi i mobiletti in metallo con chiave per riporre i caschi, grandi parcheggi riservati alle moto.
Citazione | Segnala all'amministratore
0 #1 andrea harley 2014-09-19 07:07
i manager si possono pure tirare un colpo...In autostrada saranno 10 anni che non ci entro e conto di raddoppiare il record!
Citazione | Segnala all'amministratore

Condividi la notizia

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Statistiche del sito

Statistiche dal 13/05/2012

 

histats