Ven12082022

Aggiornamento:Mar, 23 Nov 2021 4pm

Back Sei qui: Home Notizie Notizie motociclistiche Dal mondo La FEMA vuole una formazione di alta qualità dei motociclisti di tutta Europa!

La FEMA vuole una formazione di alta qualità dei motociclisti di tutta Europa!

BabyRidingSchool

Alta qualità, ovvero una opportuna formazione iniziale dei conducenti di moto: è questa probabilmente la misura più importante per migliorare la sicurezza in moto. 

Ogni cittadino europeo che vuole iniziare a guidare una moto deve avere facile accesso ad una formazione di alta qualità,  per una corretta preparazione iniziale dei piloti di moto.

Una formazione iniziale dei conducenti di moto deve insegnare le abilità, le conoscenze e l'atteggiamento necessari per sopravvivere sulla strada, non solo le competenze necessarie per superare una prova di patente di guida per prendere una “licenza”. 

La preparazione iniziale dei conducenti di motoveicoli dovrebbe giungere dal programma di formazione legata ai progetti Rider EU / FEMA / FIM / ACEM ed essere descritta in ogni dettaglio concordato, creando così un curriculum nazionale per la categoria di patente A

Gli istruttori che dovrebbero idealmente consentire una corretta pratica ai piloti non dovrebbero avere il permesso di offrire formazione dietro pagamento di denaro senza aver PRIMA partecipato al programma di formazione di un istruttore ufficialmente riconosciuto proveniente da quanto concordato in sede europea, ovvero avendo obbligatoriamente il curriculum nazionale per la categoria A.

- Il test per ottenere la licenza di guida

L’esame per la licenza di guida non dovrebbe chiedere ai candidati di esprimersi in esercizi particolari che hanno scarsa rilevanza per la guida sicura nella vita reale, dove la conseguenza è che candidati perfettamente competenti sulla strada, nelle condizioni reali, potrebbero anche non superare il test, mentre i candidati discutibili, ma che hanno "imparato i trucchi" dell’esame, possono passare lo stesso, ovvero hanno sì superato un “esame”, ma nella pratica di tutti i giorni sono poi un reale pericolo! 

Il test per conseguire la licenza di guida è una garanzia di qualità delle competenze del candidato, ovvero le competenze minime, le conoscenze e le attitudini necessarie per operare in sicurezza guidando una moto su strade pubbliche, ed è di grande importanza che la prova di licenza di guida sia impostata per fare esattamente questo. 

Come con gli istruttori, gli esaminatori poi dovrebbero idealmente essere praticanti motociclisti  e a nessuno dovrebbe essere consentito di lavorare come esaminatore senza aver partecipato prima al programma di formazione per esaminatore ufficialmente riconosciuto proveniente dal concordato europeo, ovvero avere il curriculum nazionale per la categoria A.

- Il contenuto è re

Se la formazione e la sperimentazione diventano troppo complicate e troppo costose, c'è un rischio reale che i cittadini possano scegliere di guidare senza patente, cosa ovviamente illegale ed estremamente pericoloso. 

L'attuale “Direttiva UE terzo Driving Licence” si concentra solo sul quadro normativo, non considerando il contenuto della formazione, e la fa solo commentando brevemente il contenuto dei test per la patente, e di fatto ignora lo scopo vero della formazione e della sperimentazione della guida

Dopo aver avuto accesso ad una formazione di alta qualità, che sia corrispondente al costo effettivo della stessa, praticata da istruttori qualificati, e dopo aver superato un test di guida progettato correttamente, sotto la supervisione di esaminatori addestrati, SOLO a questo punto non sarebbe più pericoloso guidare una moto raggiunta l’età dei 18 anni, così come guidare un’autovettura con la stessa età. 

E quando si sarà correttamente imparato ad operare in sicurezza su una moto che deve percorrere strade pubbliche, non sarà più pericoloso guidare una moto con 148 cavalli rispetto ad una moto con 48 cavalli!

- Accesso alla formazione in tutta Europa

Gli effetti positivi dell'attuale quadro normativo sulla sicurezza dei motocicli è documentato ed è sicuramente migliorabile. Nello stesso modo la FEMA vuole invertire l’attuale quadro rigoroso e complicato di inutili passaggi per le licenze di moto ed invece introdurre l'accesso “paneuropeo” di alta qualità, di una conveniente formazione del pilota e del test di licenza patente per garantire che il pilota novizio abbia le conoscenze, le abilità e l’attitudine necessarie per operare in sicurezza a bordo di una moto che percorrerà strade pubbliche.

Traduzione a cura dell'Ufficio Comunicazione del Coordinamento Italiano Motociclisti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nota bene: come per la problematica della “revisione obbligatoria dei mezzi a motore” che ha visto in prima linea la FEMA, così su queste tematiche importanti la discussione è tra Stati Membri dell’Unione e le loro rappresentanze nazionali: è difficile portare la voce dell’Italia se non si hanno i numeri necessari per farlo.

Stupirsi poi che decisioni prese in ambito europeo NON hanno tenuto conto delle peculiarità italiane è da ipocriti, o peggio, in quanto sono semplicemente la conseguenza della nostra costante assenza per mancata partecipazione e sostegno della base dei motociclisti italiani.

Condividi la notizia

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Statistiche del sito

Statistiche dal 13/05/2012

 

histats