Ven12082022

Aggiornamento:Mar, 23 Nov 2021 4pm

Back Sei qui: Home Notizie Notizie motociclistiche Dal mondo La Germania ci batte anche sugli incidenti stradali: è bello essere dietro di loro in classifica!

La Germania ci batte anche sugli incidenti stradali: è bello essere dietro di loro in classifica!

Polizei D

In Germania è allarme rosso per morti e feriti sulle strada che crescono drammaticamente nei numeri: con il segno più i decessi (+9,5%) ed i ricoveri ospedalieri (+10,6%)

Ma il dato più allarmante è proprio per le categorie deboli ovvero  motociclisti e ciclisti, dove il dato di aumento di incidenti, feriti, etc… sono di un +40% e +37%. Il dato è in aumento anche per  i giovanissimi: secondo  le autorità sarebbe colpa del bel tempo che ha caratterizzato quest'anno e che ha quindi portato ad un amento di percorrenza delle strade da parte della popolazione.

Non ci sono solo gli indicatori commerciali e finanziari a far perdere il sonno in Germania: da inizio anno, infatti, la sinistrosità stradale mostra inquietanti segni di crescita. 

Nell'unico stato al mondo occidentale in cui i limiti di velocità, almeno formalmente, non esistono e dove era stato finora un vanto l'essere riusciti a conciliare il no-limits con il no-victims, si deve fare i conti adesso con un aumento nei primi 6 mesi del 2014 dei morti e dei feriti del 9,5 e del 10,6%, nonostante il numero complessivo degli scontri sia in lieve calo (-1,2%)

I morti in più non sono pochi: parliamo di 137 decessi in più nel semestre, molti dei quali , purtroppo, motociclisti e ciclisti, i cui segmenti fanno registrare un inquietante +40% e +37%.  

I numeri complessivi parlano di 1.576 morti e 185.600 feriti, e non sono numeri che non impressionino…è una guerra!

Crescono, in maniera preoccupante, anche i dati relativi ai giovanissimi, pur con qualche distinguo: ad esempio, la fascia d'età tra i 15 e i 17 anni, con 11 vittime in più, è in crescita del 48%, mentre l'intera fascia under 15 è attestata in diminuzione del 18,5%. 

Il fatto che siano le utenze più deboli a pagare il conto e ad incidere così pesantemente sulla vittimologia, mette la Germania in una condizione di forte difficoltà: infatti, in un paese in cui il rispetto delle regole, non è un caso che Germania sia sinonimo di “rigore”, è considerato l'ingrediente numero uno per conseguire un risultato, assistere a un'ecatombe di soggetti deboli, significa dover rivedere buona parte del sistema traffico.

Evidente che il limite di velocità autostradale, qui, c'entra poco.

Secondo gli esperti di Destatis, l'istituto statistico germanico, che hanno elaborato i dati raccolti dalla polizia, la crescita sarebbe però dovuta alle diverse condizioni atmosferiche registrate in questo periodo, in particolar modo tra marzo e aprile, ponendo però diversi distinguo. 

Gli aumenti più consistenti sono stati registrati nei lander di Amburgo e Brema – ritenuti però poco affidabili perché maggiormente fluttuanti sul fronte dei dati in relazione alla minor popolazione – ed in quelli del Meclemburgo-Pomerania Anteriore (+ 48,3%) e della Turingia (+ 31,3%). 

I luoghi più sicuri per circolare sono risultati il lander del Nord Reno-Westfalia e del Saarland

Per chi conosce il tedesco, qualche informazione più utile può essere estratta qui.

Fonte: ASAPS

Coordinamento Italiano Motociclisti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

© Riproduzione concessa citando la fonte e il link all'articolo.

 

Condividi la notizia

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Statistiche del sito

Statistiche dal 13/05/2012

 

histats