Sab20102018

Aggiornamento:Mar, 03 Apr 2018 1pm

Back Sei qui: Home Notizie Notizie motociclistiche Dal mondo Un forum di grande rilievo dei motociclisti europei per la sicurezza stradale!

Un forum di grande rilievo dei motociclisti europei per la sicurezza stradale!

FEMA logo

In data 3 febbraio 2015 è stato organizzato dalla Federazione delle Associazioni europee Motociclisti (FEMA) un forum dei motociclisti europei, conclusosi presso il Parlamento europeo, con una tavola rotonda relativa ai risultati del progetto RIDERSCAN

Co-finanziato dalla Commissione Europea, il progetto RIDERSCAN raccoglie informazioni esistenti sulla sicurezza dei motocicli in Europa, individua le esigenze per l'azione conseguente e crea una rete basata sulla conoscenza transfrontaliera.

Dopo una serie di presentazioni e discussioni avvenute il 2 febbraio, il secondo giorno dell'evento è stato utilizzato per ottenere opinioni sugli esiti del progetto RIDERSCAN, ed anche sulla valutazione di medio-termine della politica di sicurezza stradale della Commissione europea.

L'analisi e la conclusioni si riferiscono ai possibili orientamenti sul tema negli anni dal 2011 al 2020; hanno partecipato al dibattito di tali argomenti Szabolcs Schmidt (capo dell'Unità sicurezza Stradale, Direzione generale della Mobilità e dei trasporti (DG MOVE) della Commissione europea), i membri del Parlamento Europeo Inés Ayala Sender-e Wim van de Camp, FIM CAP il direttore Jesper Christenson ed il segretario generale FEMA Dolf Willigers

Infine Pierre van ELSLANDE, presidente del gruppo di lavoro ITF ha presentato alcuni dei risultati del rapporto di sicurezza OCSE / ITF Motorcycle.

Durante la mattinata è emerso chiaramente che l'enorme quantità di informazioni che il progetto RIDERSCAN ha generato sarà molto utile per la Commissione europea, ed il signor Schmidt ha espresso la sua gratitudine per questo, dicendo che i risultati del progetto sono stati molto utili e saranno certamente presi in considerazione nella valutazione  della Commissione per la sicurezza stradale Privacy orientamenti europei 2011-2020. 

Van de Camp e la signora Ayala Sender, sottolineate le possibilità ed i margini di miglioramento della politica di sicurezza stradale, hanno evidenziato la necessità di utilizzare le informazioni di RIDERSCAN per questo scopo. 

Sono state anche evidenziate le possibilità che i mezzi a due ruote ed un motore possano avere un ruolo crescente per la  mobilità del futuro. 

Van de Camp ha anche invitato la comunità dei motociclisti al fine di avere degli input per la valutazione da parte della Commissione europea sulla sicurezza stradale per gli anni a venire nell'ottica di stabilire le linee d'azione da qui al 2020. 

Il signor Christensen ha sottolineato la necessità di una migliore formazione e di abilitazione alla guida; ha richiamato l'attenzione sul fatto che l'attuale direttiva "Driving License" ha effetti discriminatori nei confronti delle donne e degli uomini più piccoli e ha chiesto che la questione venga affrontata. 

Egli ha anche chiesto un miglioramento delle infrastrutture e degli standard per le barriere che tengano in considerazione le esigenze dei conducenti di motociclo. 

Willigers ha dichiarato, che l'uso di veicoli motorizzati a due ruote è stata una parte consistente nella soluzione per i problemi di congestione attuali del traffico e lo sarà certamente per il futuro, e quindi  questo è il motivo per cui l'uso del motociclo  dovrà essere reso più sicuro. 

Egli ha espresso la speranza che i risultati del progetto RIDERSCAN e la volontà della Commissione europea di usarli possano contribuire a questo scopo.

Van Elsandle nella sua presentazione ha dimostrato il ruolo sempre più crescente dei motocicli nell'ambito della mobilità globale, e la sproporzione delle vittime di conducenti dei motocicli e la necessità quindi di intervenire su questo triste aspetto.

Il rapporto OCSE / ITF conterrà raccomandazioni per migliorare la sicurezza stradale relativamente alle motociclette.

Ricordiamo che la Federazione delle Associazioni Motociclisti europee (FEMA) è la federazione europea delle organizzazioni nazionali dei motociclisti. 

La FEMA rappresenta, tutela e promuove il motociclismo e gli interessi di milioni di utenti a motore a due ruote in tutta Europa. 

Aderiscono alla FEMA 22 organizzazioni nazionali di 16 paesi a rappresentare oltre 300.000 motociclisti di tutti i gruppi sociali. 

Obiettivo primario della FEMA è quello di rappresentare i motociclisti europei sia all'interno dell'Unione e nell'ambito delle agenzie delle Nazioni Unite europee.

Maggiori informazioni  sul sito della FEMA

Il progetto RIDERSCAN, un tour scanning europeo per la sicurezza dei piloti di motociclette, è un progetto co-finanziato dell'UE, che mira a prendere una lente di ingrandimento e guardare le competenze del Paese in materia di sicurezza del motociclo, e formulare raccomandazioni per l'UE e mirare l'azione concreta nazionale (maggiori informazioni su www.riderscan.unione europea).

Il Forum dei Motociclisti europei è una piattaforma europea di discussione istituita dalla Commissione europea e da FEMA per migliorare le discussioni sulle questioni di interesse comune relative ai motocicli. 

La piattaforma è stata incentrata sulle questioni di sicurezza per tutta la durata del progetto RIDERSCAN.

Traduzione ed adattamento a cura del Coordinamento Italiano Motociclisti

® RIPRODUZIONE RISERVATA

Coordinamento Italiano Motociclisti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Condividi la notizia

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Statistiche del sito

Statistiche dal 13/05/2012

 

histats