Gio30062022

Aggiornamento:Mar, 23 Nov 2021 4pm

Back Sei qui: Home Notizie Notizie motociclistiche Dal mondo Parlamentari europei, motociclisti per un giorno!

Parlamentari europei, motociclisti per un giorno!

MEP TheRide

Più di cento piloti di moto si sono aggiunti ai membri del Parlamento europeo con cui si è compiuto il tradizionale giro in moto della FEMA, il 26 giugno scorso a Bruxelles. Bruxelles, 26 giugno 2013 - Motociclisti provenienti da tutta Europa si sono riuniti a Bruxelles  per festeggiare la quindicesima edizione della tradizionale sfilata organizzata per i membri del Parlamento europeo, appassionati delle due ruote ed un motore.

Il giro in moto nella capitale d'Europa, mira a sensibilizzare i politici europei sul contributo dei veicoli motorizzati a due ruote nei confronti della mobilità sostenibile. Più di un centinaio di motociclette hanno sfilato per le strade di Bruxelles scortando deputati, funzionari delle istituzioni europee e delle parti interessate. 

Il MEP-Ride è una occasione unica per la comunità dei motociclisti di incontrare e scambiare con i rappresentanti delle istituzioni europee pareri sui problemi della categoria.

I centauri, rappresentati dalla FEMA, l'Associazione Europea della Federazione  dei Motociclisti, chiedono il riconoscimento dei loro diritti in quanto utenti della strada, oltre che per una corretta integrazione delle motociclette nelle politiche di trasporto.

L'utilizzo delle moto in Europa sta diventando un impegno complesso e costoso, con maggiori difficoltà nell'ottenere le licenze di guida, sono in crescita i costi dellei assicurazioni e le infrastrutture sempre più inadeguate. La disoccupazione poi rende molto difficile per i giovani europei l'approccio a questo trasporto tradizionale a prezzi accessibili.

"Insieme stiamo promuovendo i vantaggi del motociclismo in termini di efficienza energetica e qualità della vita", ha detto Frédéric Jeorge, Presidente di FEMA.

"Il motociclismo è un ottimo modo per godersi il turismo e lo sport, ma è anche un modo intelligente per battere la congestione del traffico. Se i politici vogliono affrontare seriamente  la riduzione del traffico, i costi di trasporto e l'inquinamento, devono includere nelle loro proposte l'uso delle motociclette come una delle alternative alla mobilità sostenibile."

Moto forniscono la mobilità e come tali meritano un pieno riconoscimento nelle politiche dei trasporti. 37 milioni di motore a due ruote circolano in Europa.

Un numero crescente di cittadini europei utilizzano le motociclette quotidianamente per battere il traffico e trovare un parcheggio nei centri città, sia per uso privato e professionale. Oggi, più  del 60% dei nuovi motocicli venduti in Europa sono destinati ad un uso urbano.

"I piloti di moto, continua Jeorge, oggi rappresentano coloro che sono per una mobilità sensata e sostenibile. Risolvere efficacemente i problemi del traffico e migliorare la qualità della vita nelle città europee richiede soluzioni innovative. Questo è il motivo per cui abbiamo deciso di includere i veicoli elettrici nel nostro tour".

I costruttori di moto, rappresentati da ACEM, sostengono la manifestazione e forniscono i veicoli che verranno utilizzati dagli eurodeputati, dai funzionari delle istituzioni dell'Unione europea e dagli altri partecipanti. 

L'uso dello scooter elettrico è stato un momento clou della manifestazione. 

Prima di partire per il giro con le loro motociclette, i deputati hanno avuto l'opportunità di provare diversi modelli di veicoli con propulsione elettrica su una pista chiusa.

Il motociclismo è una passione condivisa da molti membri del Parlamento europeo.

I piloti sono stati affiancati da Bendt Bendtsen (DK-PPE), Fabrizio Bertot (IT-PPE), Christian Ehler (DE-PPE), Matthias Groote (DE-S & D), Bill Newton Dunn (UK-ALDE), Antonyia Parvanova (BG-ALDE) e Wim van de Camp (NL-PPE), che era relatore del regolamento UE concernente l'omologazione dei motocicli che miglioreranno la sicurezza dei motocicli, riducendo le emissioni di tipo.

Bernd Lange (MEP-S & D), patron della manifestazione, ha dichiarato: "C'è molto di più per moto e scooter di quello che viene convenzionalmente compreso. Questi veicoli sono altamente efficienti e la loro dimensione li rende facile da parcheggiare. Le istituzioni devono rendersi conto che sono un modo intelligente di trasporto, combinando mobilità urbana flessibile e rendendo competitivo il trasporto individuale, che risolve molti dei problemi legati alla congestione del traffico e l'inquinamento che le nostre città si trovano ad affrontare oggi. Per il loro potenziale, le motociclette meritano maggiore riconoscimento nel dibattito politico dove il trasporto a corto raggio e la mobilità urbana sono il problema. "

Bruxelles, nel cuore dell'Europa, è una delle città più congestionate del mondo.

Eppure le autorità belghe stanno negando a moto e scooter un completo riconoscimento come mezzo di trasporto sostenibile, nonostante un calo del 26,3% degli incidenti mortali (2011-2012) e studi (pendolarismo in moto, un impatto analisi , Transport & Mobility Leuven, 2011) che dimostrano che l'apporto totale di emissione esterna dei motocicli (tutti gli inquinanti combinati) è del 21% inferiore a quella di una vettura media.

Dal 1996, la "Motopasseggiata dei membri del Parlamento europeo", (il "MEP Ride"), riunisce i cittadini motociclisti provenienti da tutta Europa, i loro rappresentanti eletti ed i funzionari delle istituzioni europee per un evento informale e piacevole, dando  ai deputati la possibilità di vivere il piacere del motociclismo, ed allo stesso tempo una migliore comprensione delle questioni connesse alle moto.

Cos'è la FEMA
La Federazione delle Associazioni di Motociclisti europee (FEMA) è la federazione europea di organizzazioni nazionali dei piloti di moto. 

FEMA rappresenta, tutela e promuove il motociclismo e gli interessi di milioni di utenti motorizzati a due ruote in tutta Europa. 

Attraverso le sue 25 organizzazioni nazionali di 20 paesi, la FEMA raggiunge oltre 300.000 motociclisti in rappresentanza di tutti i gruppi sociali. 

Obiettivo primario della FEMA è quello di rappresentare i motociclisti europei sia all'interno dell'Unione che nelle agenzie delle Nazioni Unite europee.
Contatto stampa: Frédéric Jeorge, FEMA Presidente, +32 (0) 495.501.555 oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .  

Cos'è l'ACEM
ACEM, rappresenta l'industria motociclistica in Europa, ed è quindi l'organo professionale che rappresenta gli interessi e le capacità combinate di 14 produttori che rappresentano più di 30 marchi e 15 associazioni nazionali di 13 paesi europei, e che impiegano oltre 127.000 persone. 

Il fatturato aggregato del settore motociclistico (manifatturiero, oltre all'accessorista) è stato pari a 26 miliardi di euro nel 2010. 

Solo i produttori di motoveicoli rappresentano circa 7 miliardi di euro. 

I membri di ACEM rappresentano circa il 90% della produzione e fino all'80% della forza del mercato delle due ruote europee. 

ACEM rappresenta anche i principali produttori di tricicli e quadricicli. 


Contatto stampa: Filippo Segato, ACEM Comunicazione Ufficiale, +32 (0) 2 2309732 o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .
Maggiori informazioni, statistiche e dichiarazioni politiche a:  http://www.acem.eu/

Cos'è la FEBIAC
FEBIAC è la Federazione belga per le automobili ed i motocicli con 140 aziende associate appassionate del mondo dei veicoli. 

La sua missione è di promuovere, analizzare, oggettivare e comunicare sul settore a politici, giornalisti ed il pubblico in generale, per quanto riguarda la mobilità, l'ambiente, la sicurezza stradale e la tassazione. 

FEBIAC svolge anche un ruolo fondamentale nella formazione di protagonisti nel settore automobilistico. 

FEBIAC è un importante partner di organizzazioni di lotta contro la frode nel chilometri effettuati come il Car Pass e o garantendo il controllo di materiali riciclati come Febelauto. 

FEBIAC ed i suoi membri rappresentano 650.000 veicoli nuovi ogni anno, un fatturato di 80 miliardi di euro, 2,4% del PIB, 100.000 dipendenti e una flotta di 6,9 milioni di veicoli. 

FEBIAC sostiene il Consiglio delle moto, che raggruppa tutte le associazioni belghe  che si occupano di piloti e moto.
Contatto per i media: Stijn Vancuyck (FEBIAC / MCC) 032496512177 

Quando: 26 Giugno 18:00 (partenza del tour alle 07:00)
Dove: Autoworld, Parco del Cinquantenario, Bruxelles
Maggiori informazioni su  http://www.mep-ride.eu/
Possibilità di intervistare  i deputati, i membri della Commissione e del Consiglio d'Europa dal 20:30 al Maison de l'Automobile [Boulevard de la Woluwe 46, 1200 Bruxelles]

Dal sito della FEMA, elaborato e tradotto a cura del servizio di Comunicazione del Coordinamento Italiano Motociclisti

Condividi la notizia

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Statistiche del sito

Statistiche dal 13/05/2012

 

histats