Lun18102021

Aggiornamento:Lun, 15 Giu 2020 9pm

Back Sei qui: Home Notizie Notizie motociclistiche Le interviste del CIM Le interviste del CIM: GIAMBA PANIGADA

Le interviste del CIM: GIAMBA PANIGADA

GiambaPanigada

A Milano Sud dal 2007, “MOTOSPLASH” è sinonimo di lavaggio accurato e differenziato del proprio motociclo. In un ambiente dove si respira moto in ogni angolo, dal 2013 nasce l’associazione “CIAPA LA MOTO” punto di ritrovo di centauri di ogni tipo. Il titolare, nonché presidente dell’associazione è Giovanni Battista (“Giamba”) Panigada che  abbiamo avuto l'onore di intervistare.

 D: Giamba, tu rappresenti una delle più importanti realtà motociclistiche milanesi con il tuo motolavaggio, come è sorto tutto questo?

G: Un insieme di coincidenze, fortuna ed opportunità, poi la passione, la costanza e un po’ di “prostituzione” hanno fatto il resto...

-

D: E’ nota la tua sviscerata passione per le Road Races (Tourist Trophy, North West 200 etc.); da dove proviene?

G: Dal mio amico Mario Rognoni, in arte “Woronoff”, che è stato meccanico della squadra satellite Britten con la C.R.&S. nel 1993; dopo il lavoro passavo a trovarlo ascoltando da lui aneddoti e curiosità sui piloti e più in generale del mondo delle Road Races.

-

D: Veniamo a domande più generiche, da dove nasce la tua passione per la moto?

G: Già da bambino ero appassionato ai motori, principalmente alla Formula 1 ed al mio mito, Keke Rosberg. Quando si è ritirato ho scoperto il mondo motociclistico seguendo le gare di cross ed in particolare tifando per Michele Rinaldi. La mia prima moto è stata un Ancillotti da cross (50cc motore Sachs 6 marce) del 1978, che usavo solo in campagna a Firenze a soli 5 chilometri dalla sede.

-

D: Con la creazione dell’associazione “CIAPA LA MOTO” (ex OCIO A LA MOTO), cosa intendi proporre ai motociclisti?

G: Un “anti-locale” dove ci si incontra per piacere e non per dovere; un po’ come da bambini si andava dal meccanico del paese a scoprire i segreti dei motori, trascorrendo ore felici. Vorrei ricreare uno spirito di pura passione per i motori prendendo come esempio l’Ace Cafè di Londra.

-

D: A tuo avviso cosa bisognerebbe fare per risolvere i tanti problemi che affliggono il motociclismo in Italia e ci riferiamo all'assurdità dei pedaggi autostradali, ai costi folli per correre in pista, ai guard rail assassini, alle proposte di pedaggi su passi alpini con strade in condizioni penose, etc..

G: Fare come ad esempio in Francia, più collaborazione, più solidarietà, più cameratismo ma soprattutto più “incazzamento”! Agire in maniera unita, senza cadere nella tentazione del compromesso o del vantaggio personale: insomma un unione contro la “casta”!

-

D: Una domanda di rito, ma che va fatta: hai un sogno da realizzare con la tua moto, che ancora non sei riuscito a soddisfare?

G: No... Tanti e nessuno! Dopo l’Isola di Man, altri sogni non esistono! E concludo con: “Ti porterò a Bray Hill!” (famosa zona del Mountain Circuit del Tourist Trophy nell'Isola di Man ndr). Ciao e un lampeggio a tutti!

Un grazie di cuore a Giovanni Battista “Giamba” Panigada, titolare di Motosplash e dell’associazione “Ciapa La Moto” di Milano.

Scopo di questo spazio è quello di conoscere i personaggi del mondo motociclistico che dedicano parte del loro tempo per questa passione.

Ricordiamo che Motosplash si trova a Milano in Via Gardone, 22 – Tel. 02 56808276 – www.motosplash.it

Coordinamento Italiano Motociclisti
a cura di Paolo Barison per 
l'Ufficio Comunicazione

Condividi la notizia

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Statistiche del sito

Statistiche dal 13/05/2012

 

histats