Lun15102018

Aggiornamento:Mar, 03 Apr 2018 1pm

Back Sei qui: Home Notizie Notizie motociclistiche Le interviste del CIM Le interviste del CIM: STEFANO DISEGNI

Le interviste del CIM: STEFANO DISEGNI

Disegni

L’intervista che stiamo per compiere potrebbe essere fatta “a schizzi”, ovvero mettendo le ruote della moto nelle pozzanghere…..insomma non quel tipo di “schizzi”, dai, stiamo parlando di uno che usa la penna, i pennelli, i pennarelli, insomma uno che disegna, insomma disegna…..sì, ma al plurale!

Stiamo parlando di Stefano Disegni, vignettista? Cartoonist? Fumettista? Sì, anche, ma per noi del Coordinamento Italiano Motociclisti, Stefano Disegni è UN MOTOCICLISTA!

Se volete saperne di più non perdetevi il suo sito che è indubbiamente particolare: http://www.stefanodisegni.it

D: Dire Stefano Disegni e parlare di motociclette è automatico: un amore iniziato da giovane e che perdura a quanto pare, anche se sei stato “monocratico” e la sella della tua custom Honda VF 750 è stato un tutt’uno con il tuo posteriore,…. da DOVE nasce la tua passione per la motocicletta?

R: Mortacci vostra state facendo soffrire un motociclista, 24 anni di amore intenso un motore bestiale finiti per un furto !! Comunque ho iniziato con un Minibike Benelli 50, sembravo una cavalletta su due ruotine, al momento dell'acquisto, provandola sono caduto alla prima curva non sapendo di dover scalare le marce !!

Poi un Benelli 125, a 19 anni una Guzzi 500 GTV del ’49, venduta per quattro soldi e poi ritrovata tra i collezionisti!!

D: La passione per la moto e la grande capacità di portare su carta con grande humour i lati inquietanti dell’andare in moto; hai prodotto molto in questo senso e forse il “kamasutra motociclistico” rimane uno dei momenti più spassosi, ma tu a quale delle tue tante produzioni di vignette motociclistiche sei più affezionato?

R:  Kamasutra, un successone anche messo in pratica da un fan, ovviamente da fermo!! Grandi consensi e poi altre due puntate…

D: Anche se con humour e leggerezza, hai toccato molti dei problemi seri che vive il motociclista e come tutti noi hai sul tuo casco, come una spada di Damocle, quel cesto pieno di robetta tipo pedaggi autostradali assurdi, assicurazioni da emiri arabi, buche stile Beirut sotto le bombe, parcheggi inesistenti, etc…..; a tuo avviso quali sono i motivi per cui noi motociclisti italiani non riusciamo a risolverli o perlomeno a farci sentire come dovremmo???

R: il motociclista è visto come poco importante rispetto all'automobilista. In fondo siamo dei ragazzoni a cui piace ancora giocare !! Quindi giocate tanto, non vi prendiamo sul serio.......

D: Che tipo di motociclista sei? Ovvero ritieni di far parte di una delle tante “tribù” (customisti, enduristi, mototuristi, scooteristi, etc…) o tutte queste divisioni ti fanno sorridere e ti ritieni fuori da questi schemi, e ci ridi sopra come sembra di percepire dalle tue vignette sul tema?!

R: Sono oggettivamente un custom selvatico!! Ho costruito nel’ 72 un chopper in casa con una forcella Harley comprata a Porta Portese, senza modificare il telaio.

Giravo con la moto che aveva il motore obliquo!!

In ogni caso, sono un motociclista, ho due moto, una la amo (Harley) ed una la stimo (Bmw), ma non sono un fanatico, sono un motociclista razionale.

In fin dei conti sono solo un motociclista che ha comprato una Harley ed una Bmw!!.

D: Tornando ad argomenti scottanti: in moto si rischia moltissimo ed a parte infrastrutture fatiscenti e regole del Codice della Strada e della segnaletica indubbiamente fuori da ogni logica, molte morti assurde si potrebbero evitare certamente: Quali sono a tuo avviso le priorità per cambiare questo stato di cose, ovvero per aumentare la sicurezza di chi va in moto e ridurre gli incidenti stradali?

R: Non voglio dire che è sempre colpa dei governanti, i primi responsabili siamo noi motociclisti.

Dobbiamo essere prudenti, il bravo motociclista è quello che ha paura, non perchè fifone ma perchè sa benissimo che sta usando un mezzo bellissimo divertente, ma pericoloso !!

Quindi piano, distanza di sicurezza, casco e niente slalom ad alta velocità tra le macchine  e tenere la destra!!

Intanto rispettiamo noi le regole, poi per il resto, buche, guard rail, cordoli, possiamo farci sentire: rispettiamo e saremo rispettati !!

Dobbiamo prenderci la nostra parte di responsabilità

Personalmente ho pagato i miei errori, non esiste sicurezza assoluta, ma almeno limitiamo i danni.

D: Il tuo lavoro è certamente particolare e gli impegni possono essere pesanti a volte, come per molti di noi la possibilità di salire in sella si frammenta in mezzo a mille altre cose: riesci a trovare il tempo per la tua motocicletta e se sì quali sono le tue strade del cuore, i percorsi che ti fanno vibrare l’animo oltre ai cilindri?

R: Uso solo la moto, a meno che non ci sia il diluvio. Ho due moto, il giorno esco con la Bmw (F 850) e la sera con la Harley (VROD 1200) perché fa più fico !!

Amo la litoranea, Ostia, Torvajanica e oltre. In primavera con il mare la macchia, i profumi, sono una cosa unica.

Poi ovunque, specie il Trentino, posti unici dove ci sono curve e buona tavola.

Ringraziamo di cuore Stefano Disegni per la Sua disponibilità a rispondere alle nostre domande ed invitiamo tutti a seguire i Suoi lavori artistici che vanno ben oltre alla vignette e comprendono sia quadri che libri, e, ricordiamolo anche come musicista blues e cantante della band La Ruggine, insomma un artista a tutto tondo, come tondo è il suo casco!

Il Coordinamento Italiano Motociclisti si augura di averlo al proprio fianco per iniziative comuni o progetti che ci vedano solidali, proprio in quanto motociclisti! 

Abbiamo la promessa della sua presenza alla postazione del C.I.M. a MotorDays a Roma nel 2015 per firmare autografi a quanti passeranno a trovarci! 

Ovviamente dipende se nel 2015 il C.I.M. avrà avuto il supporto dei motociclisti italiani! (http://www.derev.com/supportacim)

Grazie a Stefano ed a Nazzario Rossi che lo ha intervistato con le Sue domande “pungenti”, e lampeggi virtuali a tutti!

Per maggiori informazioni: http://www.stefanodisegni.it

Coordinamento Italiano 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Partecipate al nostro progetto per la tutela dei motociclisti :
http://www.derev.com/supportacim

© Riproduzione concessa citando la fonte e il link all'articolo.

Condividi la notizia

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Statistiche del sito

Statistiche dal 13/05/2012

 

histats