Dom29032020

Aggiornamento:Gio, 13 Feb 2020 9am

Back Sei qui: Home Notizie Notizie motociclistiche Leggi e normative Guanti per moto: attenti alla omologazione!

Guanti per moto: attenti alla omologazione!

Guanti Moto

I guanti possono essere realizzati con molti tessuti differenti, tra cui troviamo: la pelle, il neoprene e il goretex. Esistono dei modelli di guanti estivi e dei modelli di guanti invernali, che offrono un alto isolamento termico. E’ fondamentale che i guanti abbiano delle apposite protezioni rigide, che sono in carbonio, e proteggono le nocche in caso di caduta. 

 

Anche per i guanti il materiale d’ eccellenza è la pelle, che ha una grande resistenza ai colpi, agli urti ed alle cadute, e resiste in modo straordinario anche all’usura data dal tempo. I guanti in pelle e quelli in altri materiali non hanno prezzi molto diversi, mentre le differenze tra guanti protettivi omologati ed quelli per un uso generico in moto non sono un dettaglio trascurabile, ai fini della sicurezza.

 

L'omologazione ne disciplina la resistenza agli impatti, alle abrasioni, ne stabilisce il livello di resistenza alla penetrazione e agli agenti chimici e ne specifica inoltre il livello di qualità dei materiali impiegati per la realizzazione. Altra caratteristica è che i guanti protettivi omologati devono estendersi per più di 5 cm sopra il polso per poterne testare l'immobilità in caso di caduta, in pratica non si devono sfilare.

Un guanto sportivo e motociclistico, che all'apparenza sembra omologato, ma che in realtà è sprovvisto di omologazione, normalmente non resiste più di un mezzo secondo all'abrasione con l'asfalto, può sfilarsi troppo facilmente annullando l'efficacia delle parti protettive e potrebbe rompersi facilmente a contatto con superfici taglienti.

EN 13594 è la sigla di omologazione per i guanti protettivi per motociclisti : i guanti omologati EN 13594 devono essere categoria 2.

Molti dei guanti protettivi reperibili sul mercato invece sono omologati cat.1 86/686/CEE mentre sarebbero testati secondo alcune specifiche previste dalla EN 13594 i soli materiali di realizzazione.

Sono parecchi i punti che possono non consentire l'omologazione di un guanto da moto secondo la categoria 2 : la presenza di pelli di diverso tipo cucite assieme, la presenza diffusa di materiale plastico e cucito assieme alla pelle, la presenza di prese d'aria sulle dita (ciò potrebbe rendere lo stesso pellame meno resistente)

Per fare un esempio, la direttiva EN 13594 determina specificatamente i requisiti che i guanti debbono soddisfare :

4.12 Resistenza all’abrasione
Quando sottoposto a prova in conformità a 6.7, il tempo di abrasione deve essere almeno di 2,5 s. La resistenza all’abrasione deve essere prevista su tutta la copertura richiesta per il guanto.

6.7 Determinazione della resistenza all’abrasione
La resistenza all’abrasione deve essere determinata dal procedimento previsto dal prEN 13595-2.
Nel sottoporre a prova un guanto multistrato, devono essere sottoposti a prova insieme tutti gli strati compresi rivestimenti completi, fatta eccezione per l’imbottitura attenuatrice dell’impatto che deve essere eliminata. La resistenza all’abrasione del guanto è determinata dalla resistenza all’abrasione della zona più debole. [...]
Il resoconto di prova deve contenere una descrizione dei campioni, la loro resistenza relativa all’abrasione e la resistenza media calcolata all’abrasione che deve essere confrontata con il requisito prestazionale di cui in 4.12.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 

Condividi la notizia

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Statistiche del sito

Statistiche dal 13/05/2012

 

histats