Lun23072018

Aggiornamento:Mar, 03 Apr 2018 1pm

Back Sei qui: Home Notizie Notizie motociclistiche Mercato e novità E poi ci lamentiamo delle moto di casa nostra!? Ma H-D è affidabile?

E poi ci lamentiamo delle moto di casa nostra!? Ma H-D è affidabile?

H D

Comprare un H-D ha sicuramente il valore del mito, ma ne vale la pena? Non finiscono i richiami dei modelli d’oltre oceano ma ci si domanda se è la forza di un’azienda che bada ad un’assistenza della propria utenza o se c’è una difficoltà produttiva nei dettagli.

Nel 2014 si è appena verificato il secondo richiamo dell’anno da parte di Milwaukee. Stavolta il problema per la sicurezza di guida delle Harley Davidson è l’interruttore di accensione che oltre i 5600 giri potrebbe spostarsi e spegnere il motore in marcia.

Harley Davidson dovrà richiamare negli USA circa 3.300 moto prodotte da gennaio a giugno 2014 per l’interruttore di accensione sul manubrio che potrebbe commutarsi automaticamente a causa delle vibrazioni ed arrestare il motore

Secondo quanto comunicato all’NHTSA (National Highway Transport Safety Administration) oltre il regime standard di funzionamento del motore di 5600 giri al minuto, il motore provocherebbe delle vibrazioni eccessive che si trasmettono al telaio e al blocchetto di accensione vicino all’acceleratore.

Il rischio che il motore si spenga durante la marcia è stato individuato sui motocicli equipaggiati con il kit di potenziamento che spinge il limite massimo di rotazione del motore da 5600 a 5800 giri al minuto. Il Costruttore americano sostiene di aver mandato a fine luglio una raccomandata ai proprietari (non sono previsti richiami in Italia) con le indicazioni sul richiamo tecnico di sicurezza.

L’intervento gratuito prevede la sostituzione di un supporto capace di smorzare più efficacemente le vibrazioni e del blocchetto di arresto motore sul manubrio

Anche se ufficialmente il problema di arresto del motore pare non abbia provocato incidenti stradali o feriti, sicuramente non dà respiro al Costruttore americano che, dopo il richiamo di oltre 66 mila Harley Davidson per problemi ai freni, rischia un pesante colpo all’immagine con rischio per i numeri di vendita negli USA.

Ma se questo accade negli USA anche in Canada le cose si fanno serie e si assiste ad un nuovo richiamo anche qui: questo riguarda la serie CVO e Glide. Il problema è inerente il pistoncino idraulico della frizione ed interessa un numero di 5.741 di veicoli interessati al richiamo. Nel particolare è l’allestimento CVO e la serie Glide della Casa di Milwaukee ad essere interessate dal richiamo. 

Secondo quanto diramato dagli enti canadesi, il problema riguarda il pistone idraulico che opera il disinnesto della frizione. Questo componente,potrebbe presentare un difetto alla guarnizione di tenuta al fluido idraulico con relativa perdita di olio e conseguente perdita di efficienza nell’azionamento della frizione. 

Ad oggi per l’Italia non è previsto nessun richiamo.

Coinvolti nel richiamo è la serie 2014 dei seguenti allestimenti:  CVO Breakout (FXSBSE), CVO Limited (FLHTKSE), CVO Road King(FLHRSE), CVO Softtail Deluxe (FLSTNSE), Electra Glide Ultra Classic (FLHTCU), Street Glide (FLHX), Street Glide Special (FLHXS), Tri-Glide Ultra Classic (FLHTCUTG), Ultra Limited (FLHTK).

Coordinamento Italiano Motociclisti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

© Riproduzione concessa citando la fonte e il link all'articolo. 

Condividi la notizia

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Statistiche del sito

Statistiche dal 13/05/2012

 

histats