Mer05102022

Aggiornamento:Mar, 23 Nov 2021 4pm

Back Sei qui: Home Notizie Notizie motociclistiche Mobilità RIDERSCAN lancia il nuovo sondaggio su motociclismo di sicurezza e sistemi di trasporto intelligenti

RIDERSCAN lancia il nuovo sondaggio su motociclismo di sicurezza e sistemi di trasporto intelligenti

Riderscan 3

Il progetto RIDERSCAN sta lanciando il terzo ed ultimo sondaggio avente come obiettivo i comportamenti dei motociclisti europei. 

Concentrandosi sulle nuove tecnologie relative ai mezzi a due ruote ed un motore, l'indagine farà confluire i dati nella relazione RIDERSCAN sulla gestione del traffico, fornendo un'opportunità unica per i motociclisti europei consentendo loro di esprimere le proprie opinioni sulle prossime tecnologie di trasporto intelligenti.

Oggi, il trasporto di persone, merci ed informazioni in modo più efficiente è diventato un punto critico per l'Europa affinché la stessa possa rimanere competitiva a livello globale. 

Lo sviluppo tecnologico è spesso destinato a fornire alle persone più libertà e il tempo per eseguire altre attività in modo migliore, e ciò è visto da tutte le principali parti interessate, come componente essenziale del sistema di trasporto del domani.

Motociclismo è sinonimo di libertà e gli utenti delle due ruote sono i consumatori regolari di un mercato che utilizzando le nuove tecnologie consentono un "guadagno di tempo" ed una maggiore "libertà" di movimento, per migliorare quindi la loro esperienza di guida o di aumentare la loro sicurezza.

Tuttavia, la pratica del motociclismo, particolarmente complessa da studiare rispetto alla guida delle autovetture, differisce notevolmente da quest'ultima e, fino ad ora è stata poco studiata. 

Di conseguenza, la maggior parte delle tecnologie che vengono analizzate  sono provenienti dal settore auto, progettate con poca comprensione delle problematiche del mondo delle moto ed hanno portato alla scarsa accettazione da parte dei motociclisti. 

Inoltre, il meccanismo di causa-azione degli incidenti che coinvolgono le moto nonché i fattori di rischio degli stessi non sono completamente noti, e così lo stato dell'arte dei Sistemi Intelligenti di Trasporto (ITS), non ha subito alcuna valutazione d'impatto per quanto riguarda le conseguenze positive o negative per il motociclismo. 

In particolare, nessuna ricerca è stata fatta prendendo in considerazione la varietà dei modelli di moto e delle specificità delle differenti attività della pratica del motociclismo. 

Quindi, è ora che il motociclismo debba essere attentamente compreso ed integrato nella sua innovazione e distribuzione di oggi proprio per garantire che i motociclisti possono anche loro "beneficiare" del miglioramento tecnologico e non semplicemente dover "pagare un tributo" per l'avvento di questo.

In questo contesto, il progetto RIDERSCAN lancia un nuovo sondaggio su ITS e la sicurezza del motociclismo

ITS - Intelligent Transport Systems - User Survey è quindi il terzo ed ultimo sondaggio lanciato nell'ambito del progetto e alimenterà con i suoi dati raccolti la relazione sulla gestione del traffico e delle nuove tecnologie.

Con l'obiettivo di disegnare una mappa europea della consapevolezza del pilota motociclista e l'accettazione delle nuove tecnologie applicate ai sistemi di trasporto, il sondaggio chiede ai piloti al fine di valutare la volontà di testare, utilizzare e acquisire sistemi, che sono, per una vasta maggioranza di loro, lungi dall'essere introdotti nel mercato.

L'indagine è divisa in due sezioni principali:

  1. Su di te e sulle le tue abitudini di mobilità: per raccogliere informazioni sulle vostre abitudini di esperienza e di strada in generale (1 pagina - 18 domande) = > circa 2 minuti
  2. Sulle sue applicazioni/sistemi per la sicurezza applicati alla moto: per avere la vostra opinione su applicazioni discusse tra i suoi esperti = > tra 15 e 20 minuti a secondadella familiarità con l'argomento.

-> Rispondete qui  all'indagine di sistemi intelligenti di trasporto & sicurezza motociclismo

Con l'obiettivo di raccogliere le opinioni di coloro che in primo luogo sono influenzati dallo sviluppo delle nuove tecnologie sulle moto, RIDERSCAN mira a colmare il divario tra le autorità dedicate alla sicurezza stradale, i ricercatori in generale, nei confronti degli attori del settore istituendo una dettagliata indagine in merito ai suoi sistemi, in relazione diretta con chi pratica il motociclismo.

Il sondaggio durerà per tre mesi ed i risultati preliminari saranno presentati al prossimo Forum motociclisti europei che si svolgerà il 5 marzo 2014 al Parlamento europeo, Bruxelles. 

Ulteriori informazioni su: 

www.europeanmotorcyclistsforum.eu

VI RINGRAZIAMO PER VOLER RISPONDERE E DIFFONDERE QUESTA NUOVA FORMA DI INDAGINE DEL PROGETTO RIDERSCAN.

FEMA & il TEAM di RIDERSCAN

Traduzione a cura dell'Ufficio Comunicazione del Coordinamento Italiano Motociclisti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi la notizia

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Statistiche del sito

Statistiche dal 13/05/2012

 

histats