Sab18052024

Aggiornamento:Mar, 23 Nov 2021 4pm

Back Sei qui: Home Notizie Notizie motociclistiche Sicurezza La sicurezza stradale sempre in prima linea!

La sicurezza stradale sempre in prima linea!

SicurezzaStradale

A Verona un tavolo tra esperti e Polizia Municipale dove si affronteranno i problemi relativi alla sicurezza della strada sia per quanto concernente i rilievi tecnici, l'analisi dei dati quantitativi ed i risarcimenti. Si parlerà di sicurezza stradale martedì 28 Gennaio 2014 a Verona, dove tecnici e addetti ai lavori si confronteranno sul tema degli incidenti stradali in modo trasversale. 

Il workshop è organizzato dalla Polizia municipale e Verbatel, che vedranno allo stesso tavolo professionisti provenienti da diversi ambienti per analizzare il tema in modo trasversale, mettendo in luce le diverse esigenze.

Nella sala convegni della Gran Guardia è prevista una mattina di lavori durante la quale si parlerà di rilievi tecnici e dati quantitativi-qualitativi, senza dimenticare l'aspetto umano e di relazione tra agenti e coinvolti.

Sull'intervento delle forze dell'ordine nel teatro dell'incidente stradale si basano infatti molte attività: non solo l'accertamento di comportamenti vietati e conseguente individuazione delle violazioni, ma anche ricostruzioni cinematiche, ripartizione delle responsabilità, attività risarcitorie, con un importante coinvolgimento di professionisti, compagnie assicurative, riparatori. 

L'obiettivo finale del workshop Verbatel è di mettere in comune esperienze specifiche per migliorare il servizio complessivo, in questo caso a chi, sulla base degli atti della Polizia municipale, dovrà ricostruire la responsabilità dell'incidente e ripartire i risarcimenti.

I lavori inizieranno alle 9.15 con i saluti del sindaco Tosi, ai quali seguirà l'intervento di Giordano Biserni, presidente dell'associazione amici e sostenitori della polizia stradale, che si occuperà delle cause degli incidenti e dell'attenzione alla guida, mostrando tra l'altro i dati del monitoraggio Asaps su ciò che è stato definito un vero e proprio sistema di distrazione di massa: il telefonino. 

Seguiranno gli interventi di Marco Pierini, docente di Ingegneria Industriale all'università di Firenze, Andrea Reggiani e Luigi Cipriani, rappresentanti delle associazioni dei consulenti di infortunistica stradale Aicis e Asais, Graziano Lori, criminologo e ufficiale della Polizia municipale Firenze, Antonio Macagnino, dirigente della Polizia Stradale di Vicenza. 

Chiuderà i lavori il comandante Luigi Altamura, che si occuperà della raccolta e trasmissione dei dati, dall'importanza di avere una visione sovra-comunali e di condividere e aggregare anche dati provenienti da altri comuni alle novità in arrivo con il nuovo modello Istat emerso dai lavori di un gruppo al quale ha partecipato.

Peccato dover constatare che siano assenti le associazioni di chi la strada la vive come semplice utente: è senz'altro un appuntamento per addetti ai lavori, ma ascoltare anche chi la strada la vive "passivamente" ed è responsabile degli incidenti stessi per svariati motivi, sarebbe stato un motivo di valore aggiunto…un'occasione perduta a nostro avviso per un sereno confronto ed una maggiore reciproca conoscenza.

Coordinamento Italiano Motociclisti
Ufficio Comunicazione

Condividi la notizia

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Statistiche del sito

Statistiche dal 13/05/2012

 

histats