Lun20052024

Aggiornamento:Mar, 23 Nov 2021 4pm

Back Sei qui: Home Notizie Notizie motociclistiche Sicurezza Le traiettorie sono importanti!

Le traiettorie sono importanti!

Traiettorie

Ovvero, perché su strada NON si può guidare come in pista, ed ancor di più perché è sempre la velocità quella che ti frega!

Questo che sta per iniziare è il periodo che i Motociclisti in parte odiano: chiunque abbia un mezzo a motore e due ruote, complici le belle e calde giornate, sale sulla sella dei mezzi su citati e compie il rito della "gita della domenica".

Giusto, sacrosanto si potrebbe dire! Peccato poi che la cronaca del lunedì sia lì a testimoniare i risultati di quella che sovente è improvvisazione, altre volte è certamente fatalità, ma...... ne siamo poi così sicuri, che lo sia veramente?

In realtà in molti utenti delle due ruote ed un motore manca quella base di istruzione che oggi fa la differenza tra una situazione più rischiosa rispetto ad una che è preventivabile, evitabile insomma, edi corsi di Guida Sicura FANNO una grande differenza tra possessori di moto e Motociclisti..

Le nostre moto occupano uno spazio che potrebbe sembrare ridotto sulla strada ma in realtà non lo è: in una curva stretta dove dobbiamo piegare il mezzo, la dimensione che si considera dalla testa del pilota alla gomma che tocca terra, è una diagonale che occupa l'intera corsia e se sbagliamo l'impostazione della curva stessa, il nostro casco potrebbe trovarsi OLTRE la linea di mezzeria, quindi in possibile zona d'urto con un mezzo proveniente dalla direzione opposta!

Ecco quindi che l'impostazione della traiettoria corretta è basilare per evitare uscite da curve in situazione non più correggibili.

Inoltre: tanto più sarà elevata la velocità tanto meno facile, se non impossibile sarà correggere un errore di ingresso nella curva!

Bisogna sacrificare la velocità della prima curva se si vuole impostare correttamente la seconda. 

E questo vale ancor di più nelle successioni di curve. 

Quando queste sono alternate (destra, sinistra, destra) è importante collegarle con precisione in modo armonico, continuativo, mantenendo la stessa velocità.

Nel caso dei tornanti, ovvero curve lente ed insidiose per il peso del mezzo che tende a buttarti giù bisogna anche lì tenere conto di questo: la traiettoria non è tanto importante, ma nel tornante a destra, dove si gira stretti, contamo il motore e la sua capacità di ripresa, va quindi inserita  la prima, e magari fuori il piede interno che andrà a sfiorare l’asfalto. 

Eventualmente una bella pedata potrebbe salvarvi da una possibile caduta.

Ma la cosa da EVITARE assolutamente è l'invasione della corsia opposta, in qualsiasi caso!  Quindi nelle curve che escono a destra, avvicinarsi alla mezzeria ben prima della curva in modo da chiudere in uscita stando bene a destra, mentre nelle curve che escono a sinistra, stare bene sul bordo destro della carreggiata (sabbiolina permettendo….in quel caso la vedete e non metteteci le gomme su, dai…), ed uscire mantenendo la posizione.

Calcolate poi che se avete borse da turismo le dimensioni del mezzo non sono così distanti da una Smart (a volte di più) o di una utilitaria in genere, e quindi PRENDETE bene le misure!!!

Coordinamento Italiano Motociclisti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

© Riproduzione concessa citando la fonte e il link all'articolo.

 

Condividi la notizia

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Statistiche del sito

Statistiche dal 13/05/2012

 

histats