Gio24082017

Aggiornamento:Sab, 29 Lug 2017 7pm

Back Sei qui: Home Notizie Notizie motociclistiche Sicurezza Distrazioni alla guida

Distrazioni alla guida

cellvolante

Tante piccole azioni diventate ormai piccole abitudini al volante, possono essere molto pericolose per se stessi e per gli altri. Essere distratti è una delle cause più frequenti nella dinamica degli incidenti automobilistici, figuriamoci andando su due ruote.

Ci sono tre grandi cause di distrazioni alla guida:

  • Distrazioni Manuali - tutte quelle azioni che non ci fanno tenere saldamente il volante con due mani come: maneggiare sigarette, navigatori, rasoi, trucchi, usare un cellulare, bere bibite etc.
  • Distrazioni Visive - tutte quelle azioni che ci fanno allontanare lo sguardo dalla strada come: guardare il navigatore, leggere un sms, cercare qualcosa etc.
  • Distrazioni Cognitive - tutte quelle azioni che ci fanno perdere la concentrazione alla guida come: pensare a problemi, ripassare mentalmente un discorso, organizzare la giornata etc.

L'uso del cellulare alla guida senza vivavoce o auricolare, è la causa di incidenti per distrazione nel 18% dei casi in America. Recenti studi americani affermano che scrivere un messaggio al cellulare mentre si è alla guida, distoglie lo sguardo dalla strada per mediamente 4,6 secondi.

Supponendo di viaggiare in città alla velocità codice di 50 km/h, in 4,6 secondi si percorrono circa 60 metri, durante i quali la nostra auto viaggia senza guida, alla cieca. 60 metri è come la lunghezza di 4 pullman turistici uno dietro l'altro.

Supponendo di viaggiare in autostrada alla velocità massima consentita di 130 km/h, in 4,6 secondi si percorrono circa 166 metri. Considerate che la lunghezza massima regolamentare di un campo da calcio è di 120 metri. Un bel pezzo di asfalto percorso come se fossimo bendati. Durante quei 4,6 secondi potrebbe succedere qualsiasi cosa che non ce ne accorgeremmo e quando torneremo a guardare la strada davanti a noi, probabilmente non avremmo il tempo e lo spazio necessari per correggere la nostra guida alla cieca.

Fortunatamente alla guida di una moto, le distrazioni manuali sono molto più limitate rispetto a guidare un'automobile. Ciò non toglie che anche chi guida una moto possa distrarsi per cause visive e cognitive. Per questo che ricordiamo sempre a tutti i motociclisti di mettere un casco sulla testa e una testa dentro al casco per cercare di avere una guida corretta e attenta. Sempre.

I motociclisti sono spesso anche automobilisti, per cui ci viene spontaneo fare un appello a tutti: quando siamo alla guida, cerchiamo di concentrarci su quello che stiamo facendo evitando le troppe distrazioni in cui potremmo incorrere. Potremmo evitare incidenti, anche banali e se proprio vogliamo distrarci facciamolo per qualche frazione di secondo guardando negli specchietti retrovisori. Se vedremo un motociclista dietro a affianco di noi, lasciamogli strada senza fare scarti improvvisi e lasciamolo sfilare nel traffico.
Un piccolo gesto di civiltà non potrà fare altro che rendere la nostra giornata migliore e, così facendo, terremo alta l'attenzione a ciò che ci circonda.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Condividi la notizia

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Statistiche del sito

Statistiche dal 13/05/2012

 

histats