Dom26062022

Aggiornamento:Mar, 23 Nov 2021 4pm

Back Sei qui: Home Notizie Notizie motociclistiche Mobilità Ma ci sono o ci fanno?

Ma ci sono o ci fanno?

Ci6OciFai

E' il dubbio che ci assale quando assistiamo a situazioni come quella di Ravenna dove un'amministrazione con la pelle di mortadella sugli occhi non capisce che se c'erano dei parcheggi per moto e scooter su una piazza, rifare la logistica della stessa eliminando questi non si aiuta certo la fluidità del traffico urbano.

Se un cittadino ravennate trova comodo usare le due ruote ed un motore per spostarsi nella sua città, certo di trovare adeguato riparo in parcheggi dedicati al suo mezzo, è prevedibile che possa essere di "contagio virtuoso" con chi invece occupa spazio maggiore con un SUV o con altri mezzi a quattro ruote.

Saremo magari ingenui, ma noi pensiamo che due ruote ed un motore occupino meno suolo pubblico di quattro, così come abbiamo scoperto che a Parigi come a Berlino o Barcellona la pensano come noi, in effetti, visto lo spazio che quelle amministrazioni hanno destinato ai parcheggi per moto e scooter!

Al di questa considerazione che comunque potrebbe essere approfondita, la domanda è valida ANCHE per produttori di motoveicoli e scooter e coloro che li rappresentano: ci siete o ci fate?

Ovvero:  "come pensate di poter aumentare le vendite di moto e scooter se NON si creano le condizioni per poterle utilizzare in modo congruo?

E non pensate che ogni situazione che MINA la libertà di circolazione di scuteristi e motociclisti vada segnalata, combattuta, cercando di cambiare la testa ad assessori miopi o forse troppo illuminati su altri fronti?

Non dovreste essere al NOSTRO fianco in segnalazioni come quelle fatte dal Gruppo di Intervento Locale Ravennate del C.I.M.? 

Non dovreste aiutarci in una opera di pressione su Comuni e Province per POTENZIARE i parcheggi per moto e scooter ed incentivare l'utilizzo delle due ruote ed un motore?"

Rimane poi la stessa domanda da fare ANCHE alla miriade di "associazioni per la difesa del cardano", o per le "selle in damasco rosa", così come per la più grande delle associazioni di "motociclisti".

A loro oltre al classico "ci siete o ci fate", in realtà è molto più pertinente il "DOVE SIETE"?

Noi siamo qui….abbiamo scritto ai giornali, sollevato la polvere, contattato il Comune, a Ravenna, come in altre città con analoghe situazioni…

Ed infine, analoga domanda ai tanti motociclisti e scooteristi italiani che preferiscono una tessera da "cosa mi date in cambio se mi associo" (va bene una bambolina??), piuttosto di AIUTARSI a crescere e passare da "sudditi" con la testa bassa a "CITTADINI IN MOTO" con tanta testa dentro al casco!

Per concludere, un DOVEROSO e grosso "BRAVI" nonché un INFINITO GRAZIE ai soci e sostenitori del Gruppo d'Intervento Locale ravennate del C.I.M.: vorremmo che fossero d'esempio per altre situazioni simili!

Coordinamento Italiano Motociclisti
Ufficio Comunicazione

Condividi la notizia

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Statistiche del sito

Statistiche dal 13/05/2012

 

histats